doukas7
doukas7 - Erectus - 54 Punti
Rispondi Cita Salva
Ciao a tutti! Mi sono iscritto pocanzi al forum perchè non sapevo dove altro chiedere aiuto..! Spero che almeno questa sia la sezione corretta.Il problema rigurda mio fratello, alcuni suoi compagni e in piccola parte me. Dunque, inizio a narrare gli eventi. Mio fratello frequenta la scuola media mentre io il liceo Classico (e sono al terzo anno...che faticaccia...!). Un giorno alcuni professori e alcuni compagni di classe di mio fratello e lui incluso hanno avuto la bella idea di creare un forum della scuola usufruendo di un servizio gratuito. Il forum è fermo da Ottobre 2009, in quanto nessuno ha più scritto. Un genitore di un alunno però, per curiosità o sotto richiesta del figlio/a ha visitato il forum scoprendo pubblicità pornografica (banner, video e pubblicità testuale nella HomePage). Giustamente preoccupato il genitore ha contattato la preside la quale ha intervenuto subito. Come prima cosa ha controllato senza alcun permesso i diari di tutti gli alunni (si può fare?), poi senza alcun avviso ai genitori ha fatto prelevare l' amministratore del forum (compagno di classe di mio fratello di 12 anni) da scuola dai carabinieri. Il ragazzino spaventato all' uscita ha avvertito la madre. Oggi la preside ha riunito tutti i genitori degli alunni iscritti al forum. La preside pretendeva di sapere chi si mascherava dietro ciascun Nickname, voleva tutte le password degli utenti e ha stampato tutte le discussioni (tre topic in totale con meno di dieci post...) ma alla risposta negativa (è impossibile sapere chi si nasconde dietro ciascun nick O.o) la preside ha minacciato di sospendere gli alunni e di denunciare i genitori perchè hanno utilizzato innanzitutto il nome della scuola per un forum e poi hanno collegato il nome di tale istituto a multimedia porno. Addesso la mia domanda è: cosa posso fare per uscire da questo intricato problema?? Io non sono molto abile in materia. Ho letto il Regolamento Disciplinare Alunni scaricato direttamente dal sito della scuola e il Regolamento Disciplinare Genitori, ma non si fa il minimo riferimento a tali situazioni.
Blue Angel
Blue Angel - Blogger - 13141 Punti
Rispondi Cita Salva
Wow, che situazione!! (sono ironico, ovviamente)

Il problema quindi - innanzitutto - riguarda tuo fratello che fa le medie. E questo è il primo problema, perché io sono mooolto più esperto per quanto riguarda le superiori. Vabbè, in linea di principio cambia ben poco, specie in questo caso, perché i reati sono tutto tranne che nelle riforme scolastiche. Provo a ricostruire la vicenda con cosa si può e cosa non si può fare.

1) Il forum creato. Solitamente, quando ci si registra, in quella pappardella che nessuno legge mai si dice che l'utente deve avere almeno 16 o 18 anni oppure essere sotto la visione di un adulto che ne fa le veci. Visto che dubito che tuo fratello navighi con i tuoi genitori seduti dietro, cominciate ad osservare questa cosa.

2) Controllato i diari. E' stato chiesto o è stato imposto? Mi spiego meglio. La preside è andata dagli studenti dicendo "potreste cortesemente farmi leggere i vostri diari?" oppure "aprite i diari che voglio leggerli". Nel primo caso non ha fatto nessun illecito, nel secondo caso c'è un bell'abuso di potere. E se uno studente avesse rifiutato di farglielo aprire e lei l'avesse preso e guardato lo stesso diventerebbe pure un bel reato PENALE (=possibile carcere).

4) Usato nome della scuola. Il forum era intitolato solo con il nome della scuola (e la città era scritta)? O qualcosa tipo "studenti della scuola PincoPallino", "noi del PincoPallino", ecc? Nel primo caso sì, tuo fratello è dalla parte del torto.

5) Pubblicità pornografica. Onestamente mi fa strano che un grande gestore di servizi (quale il sito web su cui faceva affidamente tuo fratello) cada in un errore tanto banale come questo. Mi diresti per messaggio privato qual è il sito? Curiosità. A questo punto, comunque, è bene pensare a queste cose. I) Qualcuno ha materialmente delle prove di questa pubblicità osè? O potrebbe esser stato inventato di sana pianta? II) Provato a contattare il gestore (i responsabili del sito) per sentire come mai è finita della pubblicità porno sul loro circuito, accessibile anche da minorenni?
Ad ogni modo, per quanto sia un illecito l'utilizzo di materiale pornografico disponibile così anche a minorenni...è però evidente che la colpa non sia di tuo fratello ma del sito. Quindi, IN CASO DI DENUNCIA e conseguente processo, vi potete costituire parte civile per questa situazione.

6) Minorenne prelevato a scuola. Spiegami meglio la situazione: l'han portato via di peso, sono andati i carabinieri a scuola? Cambia tutto in base alla risposta. Se i Carabinieri sono solo andati a scuola, e magari han parlato col ragazzino, nulla di così preoccupante. E' immaginabile che la preside abbia chiamato i carabinieri per far vedere tutto e bla bla bla, e con l'occasione ha poi chiesto loro di parlare con lo studente. No?

7) Le password non le vanno date. Se la preside fa l'accesso con la password di altre persone senza la loro autorizzazione commette un altro reato penale. Quindi...si dà la zappa sui piedi da sola.

8) Sospensione e denuncia "di gruppo": può essere fatta solo a chi è colpevole di un reato. Il nostro è un Paese garantista, il che vuol dire che si è innocenti fino a dimostrazione del contrario. La preside, non sapendo chi è stato, non può denunciare tutti. O meglio, è libera di farlo, ma perderebbe SICURAMENTE il processo. Tieni conto che qualunque utente può essere rintracciato dal controllo di dati incrociati (per esempio: se l'utente pincopallino aveva indirizzo ip 123.45.678.90 alle ore 21.15 del 2/5/10, è possibile rintracciare l'indirizzo da cui era connesso e forse addirittura l'indirizzo mac (che è un numero che identifica in modo univoco un pc) del computer; tuttavia questa pratica è molto complessa e, soprattutto, molto onerosa => si parla di circa 3.000 € solo per riuscire ad abbinare UN indirizzo ip all'indirizzo di abitazione).

In definitiva: l'unico a rischiare è il compagno di tuo fratello, perché è stato "sgamato". Ma avendo lui 12 anni **non rischia assolutamente nulla**, in compenso un'eventuale multa derivante da un processo dovrebbero pagarla i genitori. Vedilo come un bicchiere mezzo pieno, o mezzo vuoto, a tua scelta.
Intanto rispondimi alle domande, in particolare vediamo se è stato commesso qualche reato penale da parte della preside (che in teoria vi salverebbe, tranne che sia particolarmente masochista). Per mp fammi sapere allora sia l'indirizzo del forum che l'indirizzo (web) della tua scuola, così dò un occhio.

Per il resto l'unico consiglio è di mantenere la calma e non stare a fasciarsi la testa. La preside sta cercando di surriscaldare il clima per avere risposte ai suoi dubbi, ma quando si accorgerà che nessuno sa niente non potrà che mollare il colpo. Non denuncerà nessuno, al massimo qualche sanzione disciplinare per lo studente "sgamato" (ma poi possiamo discutere anche di questo, perché non sarebbe completamente corretta una eventuale sospensione). Passato questo momento tutto pian piano tornerà alla normalità.

Saluti! :)
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 281 Punti

Comm. Leader
Registrati via email