• Chimica
  • riassunto la crosta terrestre e la sua storia

wade.97
wade.97 - Sapiens - 349 Punti
Rispondi Cita Salva
riassunto la crosta terrestre e la sua storia.tutto prima delle 19.15 please domani ho compito
Jessica93
Jessica93 - Genius - 3813 Punti
Rispondi Cita Salva
La crosta terrestre è l’involucro roccioso più esterno del pianeta Terra. La crosta ha uno spessore variabile da 5 a 70 km circa; è più sottile in corrispondenza degli oceani e più spessa al di sotto delle grandi catene montuose. La sua composizione è diversa a seconda che si tratti di crosta oceanica o di crosta continentale: la prima, più densa e di più recente formazione, è costituita essenzialmente da rocce mafiche, simili al basalto; la seconda, meno densa e più antica, è costituita da rocce felsiche, simili al granito (vedi Rocce ignee). Insieme allo strato immediatamente sottostante – la parte più esterna del mantello superiore – costituisce la litosfera; nel complesso, quest’ultima è suddivisa in placche, o zolle, che scorrono l’una rispetto all’altra sulla sottostante astenosfera, secondo i meccanismi previsti dalla teoria della tettonica a zolle. Il limite inferiore della crosta terrestre è segnato dalla cosiddetta discontinuità di Mohorovičić (Moho).
giu92d
giu92d - Genius - 7167 Punti
Rispondi Cita Salva
Ciao Jessica93

La Crosta Terrestre è l’involucro solido più esterno della terra.

Lo spessore di essa è mediamente di alcune decine di Chilometri (circa 33) con picchi come il Monte Everest alto 8844 m fino ad arrivare alla profondità, sempre rispetto al livello del mare, della fossa delle Marianne, che raggiunge un altezza di 10902 m.

La profondità a cui arriva la crosta terrestre dipende dalla posizione della superficie di discontinuità Moho, o di Mohorovičic, che dipende a sua volta dall’altezza e, di conseguenza, del peso della crosta continentale sovrastante, infatti, nelle zone delle grandi catene montuose la Moho si trova a circa 70km di profondità e in zone oceaniche è mediamente a solamente 6Km.

La sua composizione è molto eterogenea, infatti la densità della crosta terrestre è variabile da 2,7 g/cm3 per rocce Granitoidi (cioè rocce con composizione simile al granito, quindi ricchi di silice), tipiche della crosta continentale, a circa 3 g/cm3 per rocce basiche (cioè rocce ricche di ferro, magnesio e calcio, quindi con composizione simile al basalto), tipiche della crosta continentale.

La crosta terrestre è divisa in due parti:

•Crosta Continentale
Per Crosta Continentale intendiamo le terre emerse, la loro prosecuzione sotto il mare e gran parte della scarpata continentale, densità media attorno ai 2,7 g/cm3.

•Crosta Oceanica
Per Crosta Oceanica intendiamo il resto della Crosta Terrestre, quella che si estende al di sotto degli oceani, densità media attorno ai 3 g/cm3.


Le differenza tra questi due tipi di crosta sono l’estensione (quella Oceanica è ha un area maggiore di quella Continentale), e la quantità e la proporzione degli elementi che la compongono, in quella continentale prevalgono Ossigeno (46,6% del peso), Silicio (27,7% del peso) e Alluminio (8,1%del peso).


È proprio in questo strato, nella crosta, che avvengono molti tra i numerosi processi chimici, fisici e biologici che regolano le continue trasformazioni del sistema Terra.

:hi
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

.anonimus.

.anonimus. Tutor 43783 Punti

VIP
Registrati via email