giordan
giordan - Bannato - 31 Punti
Salva
vorrei sapere cosa dice la legge di blote. bo... forse bolde k calcolava la distanza tra i pianeti del dist solare
Marco Leone
Marco Leone - Ominide - 14 Punti
Salva
nn so di cosa tu stia parlando precisamente comunque ci do un occhiata...
aspetta qualche minuto!

Aggiunto 9 minuti più tardi:

se è la legge di titius-bode che intendi qui c'è tutto...

La legge di Titius-Bode (o semplicemente di Bode) è una formula empirica che descrive con buona approssimazione i semiassi maggiori delle orbite dei pianeti del sistema solare.
La relazione fu individuata nel 1766 da Johann Daniel Titius e pubblicata formalmente da Johann Elert Bode nel 1772, da cui il nome. Secondo alcune fonti la scoperta sarebbe invece da attribuire a Christian Wolff, nel 1724.
La formulazione originale era:
A=n+4/10
Dove n assume i valori 0, 3, 6, 12, 24, 48...
Assumendo la distanza Terra-Sole pari ad una unità astronomica, i semiassi maggiori (a) delle orbite di ciascun pianeta seguono approssimativamente la relazione
A=(0,4+0,3 moltiplicato k) unita astronomiche
Dove k assume valori corrispondenti alle potenze di due: 0, 1, 2, 4, 8, 16, 32, 64, 128...

Segue un prospetto che pone a confronto i valori forniti dalla legge di Titius-Bode e quelli realmente osservati:
Pianeta k Distanza teorica Distanza osservata
Mercurio 0 0,4 UA 0,39 UA
Venere 1 0,7 UA 0,72 UA
Terra 2 1,0 UA 1,00 UA
Marte 4 1,6 UA 1,52 UA
Cerere 8 2,8 UA 2,77 UA
Giove 16 5,2 UA 5,20 UA
Saturno 32 10,0 UA 9,54 UA
Urano 64 19,6 UA 19,2 UA
Nettuno
Plutone 128 38,8 UA 30,1 UA
39,5 UA

Fra gli otto pianeti, Nettuno è l'unico a discostarsi in maniera rilevante dal valore teorico; esso corrisponde invece con migliore precisione al semiasse maggiore dell'orbita di Plutone.
Giustificazione teorica della legge

Johann Elert Bode
Non esistono teorie confermate che giustifichino la legge di Titius-Bode, e potrebbe trattarsi, in verità, di una semplice e curiosa coincidenza, piuttosto che di una regola universale.
È utile osservare che all'epoca della scoperta la legge era soddisfatta da tutti i pianeti noti all'epoca, da Mercurio a Saturno, ma c'era un vuoto tra Marte e Giove. Una importante conferma si ebbe nel 1781 con la scoperta di Urano, che occupava esattamente la posizione prevista. In seguito a questa conferma, Bode segnalò come urgente la necessità di scoprire il pianeta mancante nello spazio tra il quarto ed il quinto pianeta. Circa vent'anni dopo fu scoperto Cerere, il pianeta nano più interno.
La legge di Titius-Bode, pur essendo stata ricavata empiricamente, godette quindi di generale consenso fino alla scoperta di Nettuno nel 1846, che invece non corrispondeva alle previsioni.

lo ho preso un po' da wikipedia e un po' da un libro...

a ricordati di darmi la miglior' risposta XD

buona fortuna per domani!!!!!
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 281 Punti

Comm. Leader
Marcello G.

Marcello G. Blogger 2221 Punti

VIP
Registrati via email