alpicozie
alpicozie - Sapiens - 312 Punti
Rispondi Cita Salva
Vago augelletto che cantando vai,
over piangendo, il tuo tempo passato,
vedendoti la notte e 'l verno a lato
e 'l dí dopo le spalle e i mesi gai,

se, come i tuoi gravosi affanni sai,
cosí sapessi il mio simile stato,
verresti in grembo a questo sconsolato
a partir seco i dolorosi guai.

I' non so se le parti sarian pari,
ché quella cui tu piangi è forse in vita,
di ch'a me Morte e 'l ciel son tanto avari;

ma la stagione et l'ora men gradita,
col membrar de' dolci anni et de li amari,
a parlar teco con pietà m'invita.




mi serve la parafrasi di questa poesia ma in italiano sono una frana vi prego aiutatemi....e per domani grazie
IPPLALA
IPPLALA - Mito - 101142 Punti
Rispondi Cita Salva
Ecco intanto un breve commento:
Petrarca associa la sua situazione a quella di un uccellino che si lamenta per le brutte stagioni, sono infatti appena passate quelle belle.
Allo stesso modo il poeta piange la morte di Laura .
Questa situazione spinge nella terza parte del sonetto a un ricongiungimento delle due situazioni con la comprensione da parte di Petrarca dell’uccellino.
alpicozie
alpicozie - Sapiens - 312 Punti
Rispondi Cita Salva
grazie mille....questa poesia sconosciuta su internet sembrava introvabile....
italocca
italocca - Genius - 16560 Punti
Rispondi Cita Salva
mi devi dare il titolo di questa poesia...qual'è?
Francy1982
Francy1982 - Mito - 119085 Punti
Rispondi Cita Salva
Vago augelletto che cantando vai, uccellino che voli cantando
over piangendo, il tuo tempo passato, dove, piangendo il tempo trascorso,
vedendoti la notte e 'l verno a lato guardando di notte e d'inverno il lato
e 'l dí dopo le spalle e i mesi gai, e il giorno dopo le spalle e i mesi lieti

se, come i tuoi gravosi affanni sai, se nel modo in cui conosci i tuoi affanni
cosí sapessi il mio simile stato, conoscessi anche il mio stato
verresti in grembo a questo sconsolato verresti da ma, sconsolato
a partir seco i dolorosi guai. a partire con te i guai che mi creano dolore

I' non so se le parti sarian pari, io nn so se le parti (le sofferenze) saranno uguali
ché quella cui tu piangi è forse in vita, quella che tu piangi forse vive ancora
di ch'a me Morte e 'l ciel son tanto avari; di che con me la morte e il cielo sono stati tanto avari

ma la stagione et l'ora men gradita, ma la stagione e l'ora meno gradita
col membrar de' dolci anni et de li amari, con il ricordo dei dolci anni e di quelli più amari
a parlar teco con pietà m'invita. a parlare con te con pietà mi invita
ilvignettificio
ilvignettificio - Bannato - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Ti posso indicare un archivio di testi di autori classici della letteratura italiana:

http://ilpetrarca.interfree.it/index.html

Spero possa venirti utile.
OperaOmnia
OperaOmnia - Bannato - 56 Punti
Rispondi Cita Salva
Moltissime parafrasi dei sonetti di petrarca possono essere reperite a questo indirizzo:

http://petrarca.letteraturaoperaomnia.org/index.html

Buono studio
.anonimus.
.anonimus. - Tutor - 43869 Punti
Rispondi Cita Salva
essendo una richiesta risalente a 5anni fa non credo proprio che all'utente serve più aiuto.
chiudo!
ciao Laura
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 208 Punti

Comm. Leader
anny=)

anny=) Moderatore 30557 Punti

VIP
Registrati via email