samichele
samichele - Ominide - 45 Punti
Salva
chi mi sà dire qualcosa su makarenko........e il concetto di collettivo? grazie
Ivanhoe19
Ivanhoe19 - Habilis - 240 Punti
Salva

La parola collettivo indica in politica un insieme di persone accomunate da una qualsiasi caratteristica o interesse, che arriva a formare un'associazione o comunque un gruppo.

Makarenko(1888-1939) - nasce da una famiglia operaia;il padre esercita una decisiva influenza sulla sua formazione politica - gli viene affidata la direzione di un'istituzione per ragazzi abbandonati, la Colonia Gorki, che sarà il "laboratorio" in cui inizia la sua esperienza di pedagogista ed educatore - la sua pedagogia verrà riconosciuta come modello di educazione sovietica - "Poema pedagogico" è romanzo pedagogico che pone, l'uno di fronte all'altro, M, l'Olimpo pedagogico e la Pedagogia Ufficiale educazione marxista, della disciplina, della società Russia, dopo la rivoluzione del 1917 --> fondamenti pedagogici: 1. educazione libera di Rousseau --> fondata sui principi di spontaneità e creatività individuale, sembra la forma di educazione più coerente per quella società dei liberi e degli uguali che verrà dopo la fase transitoria della dittatura del proletariato 2. pedagogia scientifica --> fondata sulla natura del soggetto e sull'individualità delle tecniche didattiche; sistema educativo rivoluzionario fondato su dati materiali e scientificamente controllabili; strumento fondamentale di liberazione dalle forme alienanti delle sovrastrutture ideologiche della cultura del passato 3. pedagogia socialista --> riprende il pensiero marxista; si basa su due concetti fondamentali: a) l'educazione del combattente (per la liberazione del proletariato) e del costruttore (dei nuovi valori); b) la ricostruzione dell'educazione riforme scolastiche (che conferiscono alla scuola sovietica il suo assetto definitivo): 1. del 1918 --> la scuola dev'essere unica (aperta a tutti), laica (prevedere la netta separazione stato/chiesa) e del lavoro (impartire un'educazione politecnica) --> ogni scuola costituisce un collettivo scolastico autonomo con una propria struttura e propri organi e prevede anche la partecipazione degli studenti attraverso un Consiglio --> l'educazione è umanistica e dell'autoformazione della personalità 2. del 1923 --> educazione come formazione del comunista e del lavoratore, basata su un sistematico intervento ideologico e non sulla spontaneità, incentrata sulle 3 categorie fondamentali del marxismo: natura, lavoro e società il collettivo è struttura portante dell'intero processo di formazione della personalità e quindi si ha un rovesciamento della pedagogia come spontaneità individuale | è una necessità storica: l'educazione deve porsi al servizio della politica, dello stato e dei fini individuali e collettivi l'uomo nuovo, sovietico non deve avere cedimenti individualistici o tentazioni intellettualistiche, ma si deve inserire, attraverso il lavoro ed un convinto impegno politico, nel progetto solidale di edificazione e consolidamento della società socialista formazione politica e lavoro produttivo il soggetto dell'educazione non è l'individuo singolo ma il collettivo come organismo sociale unitario e non come insieme di singoli individui l'educazione ­ è eteronomica -->l'educazione non prende avvio dal soggetto ma da qualcosa che è al di sopra del soggetto e per questo richiede a volte il sacrificio degli interessi e delle motivazioni individuali in nome delle esigenze sociali - si basa sulla disciplina --> ha 2 significati: a) insieme dei mezzi impiegati per assicurare al collettivo una vita ordinata ed operativa (imposizione della legge) --> b) conquista dell'armonia fra esigenze individuali e sociali (comprensione della legge) M dà molta importanza al metodo e alla base di questo c'è il collettivo | è un organismo unitario, organico (non è una semplice somma di individui) e pedagogicamente totalizzante (al suo interno si organizzano tutte le forme di vita del soggetto) all'interno dell'intero collettivo (scuola) vi è il collettivo di base, ovvero una suddivisione di questo, una composizione eterogenea per età, maturazione ideologica, esperienza ed abilità operativa, da non confondere con la classe la rigidità dell'educazione di M non deve far pensare che egli sia disinteressato al singolo individuo, alla propria personalità e al dialogo interpersonale | la logica dell'azione pedagogica parallela affida l'educazione del singolo al collettivo e considera quest'ultimo come la realtà primaria certe forme di vita militare (l'uso dell'uniforme, il culto della bandiera, le cerimonie di apertura dell'assemblea, .. ) sono introdotte da M come tradizioni delle istituzioni educative | base della moralità collettiva che s'impone oggettivamente ed impersonalmente per permettere al collettivo di creare la propria personalità e stabilità il lavoro è momento fondamentale del processo educativo --> industrialismo pedagogico: ideale educativo per cui i ragazzi dividono la loro giornata tra la scuola e il lavoro produttivo CRITICHE: - non garantisce il pieno sviluppo dell'individualità + educazione come faticosa conquista che richiede il lavoro di gruppo

spero di esserti stato utile. Ciaooo

.anonimus.
.anonimus. - Tutor - 44918 Punti
Salva
Ivanohe,dovresti sempre aggiungere la fonte da cui prendi le informazioni,a meno che sono parole tue.
Ciao Laura!
Ivanhoe19
Ivanhoe19 - Habilis - 240 Punti
Salva
fonte: http://doc****/vedi_tutto/index.php?h=5fc21808
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di luglio
Vincitori di luglio

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

manliogrossi

manliogrossi Blogger 5342 Punti

VIP
Registrati via email