srturt
srturt - Sapiens - 770 Punti
Rispondi Cita Salva
se mi potreste aiutare a risolvere qst domanda: quale evento determinò l'arresto del collasso gravitazionale del materiale solare? seguendo anke qst punti: conoscere le cause della contrazione e dell'espansione del materiale solare e comprendere le condizioni che sono alla base dell'equilibrio tra le due tendenze. Poi c'è una seconda domanda cioè:descrivi la situazione degli equinozi,facendo riferimento alla posizione del circolo di illuminazione,all'inclinazione dei raggi solari e alla durata del dì e della notte
Francy1982
Francy1982 - Mito - 119085 Punti
Rispondi Cita Salva
gli elettroni si unirono ai nuclei per formare gli atomi.

La galassia M31 in Andromeda (foto NASA)Dopo qualche centinaio di milioni di anni, la temperatura era scesa sotto i 4000 gradi; gli elettroni si combinarono con i nuclei: la materia divenne in gran parte elettricamente neutra e la sua interazione con la radiazione diventò molto meno frequente. La materia poté quindi cominciare ad aggregarsi ed in seguito si formarono le prime protogalassie: gigantesche nubi di gas freddissimo (-220°C) che, per collasso gravitazionale, nel miliardo di anni successivo diedero origine alle galassie. Tra queste vi era la Via Lattea (dal greco galactos, "latte", poiché i Greci la spiegavano come una poppata di latte scappata dalle labbra di Zeus appena nato): un'immensa spirale del diametro di 100.000 anni luce, il cui spessore massimo misura circa 16.000 anni luce, e formata da almeno 100 miliardi di stelle. Essa è l'enorme sistema di stelle di cui la Terra fa parte: un vero e proprio "universo-isola"! Dopo circa 2 o 3 miliardi di anni dal Big Bang le galassie cominciarono a riunirsi in ammassi, e a 4 miliardi di anni sembra si siano formate le prime stelle. L'Universo nel frattempo si era espanso e raffreddato e la radiazione era diventata molto meno energetica, cioè si era spostata su lunghezze d'onda maggiori: ciò dipende dal fatto che l'energia E della radiazione è legata alla sua frequenza f dalla formula E = h f, dove h è la costante di Planck (pari a 6,626 x 10-34 J s, e che la lunghezza d'onda è inversamente proporzionale alla frequenza (il loro prodotto dà la velocità dell'onda): al crescere della lunghezza d'onda decresce dunque la frequenza, e con essa l'energia.


[url=http://209.85.135.104/search?q=cache:Pc18gWd0opkJ:it.wikipedia.org/wiki/Precessione_degli_equinozi+equinozi&hl=it&ct=clnk&cd=2&gl=it]equinozi[/url]
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

nRT

nRT Moderatore 2703 Punti

VIP
Registrati via email