srturt
srturt - Sapiens - 770 Punti
Rispondi Cita Salva
mi servirebbero le risp a qst domande sul sistema solare:
descrivere i processi che hanno portato alla formazione del sistema solare;
illustrare le caratteristiche generali del Sole;
descrivere la struttura interna del Sole;
mettere in relazione la struttura del sole con l'attività solare;
descrivere le principali caratteristiche dei pianeti del sistema solare,distinguendo tra pianeti terrestri e pianeti gioviani;
spiegare il significato della legge di Titius-Bode.
Francy1982
Francy1982 - Mito - 119085 Punti
Rispondi Cita Salva
Qui c'è un riassunto generale e dettagliato che ti consiglio di leggere:
http://www.skuola.net/altre-materie/astronomia/sistema-solare-schema.html

1 formazione sist solare

2 Astro centrale del sistema centrale di cui fa parte la terra, sorgente inesauribile di luce e di calore, fonte di ogni forma di vita, cuore dell’organismo planetario al quale le sue palpitazioni luminose apportano fecondità. Per l’uomo è l’astro più luminoso del cielo; brilla di splendore incomparabile e la sua luminosità apparente è - 26,7. In realtà il sole non è che una stella simile a quelle che vediamo a migliaia sulla volta del cielo. È una stella fissa della serie principale( diagramma di Hertzprung- Russel), cioè del tipo più comune e neppure delle più grandi; è uno dei cento miliardi di astri che formano il sistema galattico sulla Via Lattea. La sua distanza media dalla terra è di circa 1,495 milioni di km. Nei dati che seguono le cifre tra parentesi indicano quante volte essi siano maggiori di quelli della terra. Diametro 1394000 km (109); superficie 6060 miliardi di km (11881); volume 1,41 10 g (1295029; massa 1,98 10 g (332000); densità media 1,41 g/cm (0,256). L’accelerazione gravitazionale alla sua superficie è di 2,74 10 cm/sec ; un corpo vi pesa 27,84 volte più che sulla terra. Il sole ruota attorno ad un proprio asse , ma con velocità diversa a seconda della latitudine: minore ai poli e crescente verso l’equatore; la rotazione all’equatore dura 25 giorni, mentre al polo dura più di 30 giorni. Il nostro astro ha anche un moto di traslazione nello spazio, unitamente a tutta la sua famiglia planetaria; si dirige verso un punto della costellazione di Ercole alla velocità di 19,5 km/sec. Il sole è una potentissima fonte di energia, che viene irradiata senza posa in ogni direzione dello spazio. La sua luce per arrivare sulla terra impiega 8 minuti e 18 secondi. Esaminando la composizione interna del sole, si deve sottolineare che l’interno di questa stella è costituito per almeno il 98% da idrogeno e elio allo stato di plasma, cioè sotto forma di una miscela di elettroni liberi e di nuclei atomici. Elementi più pesanti non rappresentano che il 2% della massa totale. Queste conclusioni derivano solo da considerazioni teoriche, che tengono conto di numerosi dati ormai disponibili sulla natura delle stelle. La natura degli strati più esterni, invece è stata definita attraverso l’analisi spettrografica, rivelando la loro composizione all’85% di idrogeno, al 15% di elio e alla restante parte (meno dell’1%) di elementi più pesanti. La scoperta sul sole di elementi più pesanti dell’elio, per i quali sono necessarie reazioni nucleari che richiedono temperature enormemente più elevate di quelle finora raggiunte dal sole, ha portato alla conclusione che la nostra stella è fatta di materiale riciclato, di atomi che si sono sicuramente formati all’interno di stelle ben più grandi del sole. ([url=http://209.85.135.104/search?q=cache:xeDcIgDQ-ukJ:www.ips.it/scuola/concorso/taramelli/Cabano.htm+caratteristiche+sole&hl=it&ct=clnk&cd=1&gl=it]tratto da qui[/url])

3 il sole è composta da:
- Nucleo (reazioni)
- Zona radiativi(assorbimento ed emissione ma non reazioni)
- Zona convettiva(convezione trasporta energia all’esterno)-Fotosfera(Superficie: granuli, macchie)
- Cronosfera/corona(parti più esterne dell’atmosfera solare).
I Flares sono violentissime esplosioni che producono flussi di particelle atomiche che giungendo alla nostra atmosfera colpiscono le particelle ionizzate producendo le aurore polari. L’attività solare produce anche, talvolta, tempeste magnetiche Il sole è costituito da strati , come una cipolla, la parte più interna è il nucleo,dove si raggiungono i 6.000.000 ° . il nucleo è la zona di vera produzione di energia in cui aumenta l'He a spese dell'idrogeno.
La zona del nucleo è ricoperta da un involucro gassoso chiamato zona radioattiva,l'energia del nucleo attraversa questa zona, in cui gli atomi dei gas assorbono ed emettono energia, quest'ultima in seguito viene irradiata. il trasporto di energia avviene per convenzione e questo involucro viene chiamato zona convettiva in cui si h uno spostamento di materia.
Sulla parte finale della zona convettiva abbiamo la fotosfera, che irradia quasi tutta la luce solare, la superficie della fotosfera presenta una struttura a granuli brillanti.
I granuli brillanti sono formati da masse di gas leggeri formati nelle zone circostanti,queste sono più leggere perchè sono più calde e risalgono dal basso,man mano che salgono si raffreddano e tornano poi verso il basso,questi caratterizzano la zona convettiva.
Ogni granulo dura pochi minuti, ma l'azione di questi granuli fa sembrare che il sole sia in continua ebollizione.
La superficie brillante della fotosfera non è omogenea ma è caratterizzata da macchie solari (sono zone più luminose perchè sono più calde). Le macchie appaiono a gruppi, inizialmente aumentano di dimensioni e di numero poi si estinguono mentre nascono altri gruppi di macchie. A queste grandi macchie è associato un forte campo magnetico. Il campo magnetico del sole è molto debole e variabile. La fotosfera è ricoperta dalla cromosfera,questo è un involucro trasparente di gas incandescente che avvolge la fotosfera. Possiamo vedere e studiare la cromosfera durante un'eclissi totale di sole,quando la luna copre il disco solare. La parte più esterna del sole è la corona, questa è formata da un involucro di gas ionizzati,sempre più rarefatti man mano che ci allontaniamo dalla cromosfera,la sua luminosità è così bassa che si può notare durante un'eclissi solare. Nella parte più esterna della corona le particelle rarefatte riescono a fuggire all'attrazione gravitazionale del sole si disperdono nello spazio dando origine al vento solare (preso dai nostri appunti).

4 http://it.wikipedia.org/wiki/Ciclo_undecennale_dell'attivit%C3%A0_solare

5 clicca

6 clicca
paraskeuazo
paraskeuazo - Genius - 74901 Punti
Rispondi Cita Salva
Illustrare le caratteristiche generali del Sole;

Si tratta di una stella di medie dimensioni (del tipo nana gialla), essenzialmente composta da idrogeno, elio, cui si aggiungono altri elementi più pesanti. ha una diametro di 1 392 000 km una magnitudine assoluta di 4,83 e una apparente di -26,8

Descrivere la struttura interna del Sole;

-Nucleo= dove avvengono le reazioni termo-nucleari
-zona radiativa= la zona dalla quale si propaga l'energia solare per irraggiamento agli strati superiore
-zona convettiva= soggetta ai moti convettivi della materia incandescente del sole
-fotosfera= la parte del sole che vediamo, è quella anche meno calda (6000 kelvin)
-cromosfera= dove si verifica il fenomeno delle protuberanze solari
-corona= strato più esterno, composto da particelle di gas ionizzate con temperatura maggiore di quella della fotosfera

Per maggiori info: http://it.wikipedia.org/wiki/Sole


Descrivere le principali caratteristiche dei pianeti del sistema solare,distinguendo tra
pianeti terrestri e pianeti gioviani;

- Pianeti terrestri (mercurio, terra, venere, marte) hanno in comune il fatto di essere pianeti con nucleo roccioso, composti prevalentemente da rocce e silicati. Di distanza non eccessiva dal sole (sono posizionati tutti prima della fascia degli asteroidi) assenza o basso numero di satelliti naturali, dimensioni relativamente piccole (meno di 15 000 chilometri di diametro) e rispetto ai pianeti giganti del sistema solare esterno il loro moto di rivoluzione risulta più veloce, mentre quello di rotazione più lento.

-Pianeti gioviani: (Giove, saturno, Urano, Nettuno) sono pianeti gassosi composti principalmente di idrogeno ed elio e hanno densità basse, grosse dimensioni, moto di rotazione rapido, di rivoluzione lento rispetto ai pianti terrestri; profonde atmosfere, in certi casi anelli e parecchi satelliti


spiegare il significato della legge di Titius-Bode.

La legge di Titius-Bode (o semplicemente di Bode) è una formula empirica che descrive con buona approssimazione i semiassi maggiori delle orbite dei pianeti del sistema solare
leggi qua: http://it.wikipedia.org/wiki/Legge_di_Titius-Bode
Noel
Noel - Eliminato - 36674 Punti
Rispondi Cita Salva
uffa quando nn ci sono sul sito fanno sempre domande sull'astronomia..questa si chiama sfiga..
paraskeuazo
paraskeuazo - Genius - 74901 Punti
Rispondi Cita Salva
Potrei dire lo stesso io per il francese, quelle rare volte che c'è qualcuno che chiede aiuto, il thread lo becco sempre qndo è tardi, ammesso che me ne accorgo :lol
Ila
Ila - Genius - 14442 Punti
Rispondi Cita Salva
Noel: uffa quando nn ci sono sul sito fanno sempre domande sull'astronomia..questa si chiama sfiga..


concordo!
Noel
Noel - Eliminato - 36674 Punti
Rispondi Cita Salva
:cry fondiamo il club degli sfigati:lol:lol
paraskeuazo
paraskeuazo - Genius - 74901 Punti
Rispondi Cita Salva
Si.. però senza andare off-topic :ot :lol
IPPLALA
IPPLALA - Mito - 101142 Punti
Rispondi Cita Salva
Io non aiuto neanche più, comunque chiudo, problema risolto!
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Corra96

Corra96 Moderatore 3214 Punti

VIP
Registrati via email