oO°GIULIA°Oo
oO°GIULIA°Oo - Habilis - 190 Punti
Rispondi Cita Salva
aiuuto!!!
nn riesco a trovare un riassunto sulla panne d durrenmatt??!?!?!?!
m aiutate? che l'avete?
PuLcInA^^
PuLcInA^^ - Mito - 14351 Punti
Rispondi Cita Salva
L'idea dominante di Dürrenmatt è che sia difficile perseguire la verità di un'indagine, e che sapere chi sia il colpevole non vale. Quanto alla giustizia, forse, può essere praticata alla fine, ma solo attraverso l'ingiustizia. Il 'giallo', basato sulla razionalità, è colpito al cuore. Nella "Promessa", il commissario Matthai deve risolvere il caso di una bambina massacrata in un bosco. Dal romanzo, già alla base del film di "Vajda Il mostro di Magendorf" (1958), il regista Sean Penn nel 2001 ha tratto l'omonimo film con Jack Nicholson e Vanessa Redgrave. Una grande storia, fra suspense e divertimento, con un finale decisamente inaspettato quella raccontata in La panne: un banale incidente costringe il protagonista a fermarsi in un paese. Ospitato nella casa di un giudice, in cui ex uomini di legge si divertono a ricostruire processi, l'uomo si ritrova a vestire i panni dell'imputato. Nell'appendice il radiodramma rivelatore: "Sera d'autunno", commedia utopistica sulla fenomenologia dello scrittore.


ho trovato questo però nn so se ti serve
Francy1982
Francy1982 - Mito - 119085 Punti
Rispondi Cita Salva
il riassunto il breve:
Un banale incidente costringe Alfredo Traps, rappresentante di articoli tessili, a fermarsi in un paese. La panne non gli spiace, una notte fuori casa può sempre offrire un'avventura. Ma la casa che lo ospita, quella di un vecchio giudice a riposo, non è quanto si aspettava. Infatti, invece di qualche compagnia femminile, il rappresentante trova quattro vecchietti, tutti ex uomini di legge, che gli spiegano il loro unico passatempo: rifare dei famosi processi storici come quello a Socrate, a Gesù, a Giovanna d'Arco. Ma il gioco, aggiungono, diventa più bello con del materiale vivente. E cosi Traps, tra una bottiglia di vino e l'altra, si ritrova in veste di imputato. In un'atmosfera sempre più inquietante, il gioco scivola nella realtà per poi tornare gioco, in uno sfasamento continuo abilmente orchestrato dai quattro amici: Traps parla, si confessa, la sua vita banale sembra acquistare improvvisamente risvolti cruenti; sognava un'avventura ma si sente scoperto e si svela attraverso un esercizio di raffinate sevizie mentali, dove la posta finale può sciogliersi in una risata generale o in una condanna senza possibilità di appello. (www.internetbookshop.it)
____________________________________________________________________________

Contenuto:
Il volume raccoglie i racconti di Friedrich Durrenmatt scritti fra il 1942 e il 1985. Esemplare per la sua narrativa è "La panne", del 1956, dove la vicenda assume i toni cangianti del leggero, del comico, dell'angosciante, del tragico e coinvolge il lettore nello stesso modo in cui cattura il protagonista. Il tema dominante è il conflitto dell'individuo con un mondo mostruoso, come dice Durrenmatt, il quale tuttavia spazia anche in orizzonti più vasti. I primi esili schizzi preannunciano la qualità del suo lavoro futuro che si precisa in una serie di situazioni concrete dallo scacco esistenziale e, qualche caso, come in "Guerra invernale nel Tibet", si dilata dalla sfera della attualità a una avveniristica condizione umana. A Durrenmatt piace esplorare anche le zone del mito in "Il ritratto di Sisifo", "La morte della Pizia" o "Il Minotauro", dove la sorte del ferino figlio di Pasife si moltiplica a dismisura, sullo sfondo di un labirinto che, mentre sembra offrire mille possibilità di salvezza, della sua parete di vetro riproduce all'infinito l'illusorietà di ogni tentativo di fuga. Su un altro versante, in "La caduta", Durrenmatt costruisce la parabola che dall'alternanza politica porta alle degenerazioni più feroci nella lotta per il potere. Le aporie della civiltà sono messe in risalto, con un divertito anacronismo, in "Notizie sullo stato dell'informazione nell'età della pietra". Ma sarebbe limitativo circoscrivere il mondo di Durrenmatt a parametri ideologici o a schemi filosofici rigidi; il suo sguardo coglie incubi o dissonanze della vita con un forte senso dello humor e del grottesco, che redime le sue pagine da ogni intenzione moralistica, per abbandonarsi al libero gioco dell'invenzione e della fantasia. Senza mai rinunciare alle sue responsabilità di scrittore: "Il solo modo per superare il conflitto è viverlo. L'arte, la letteratura, sono, come qualunque altra cosa, un confronto col mondo. Una volta afferrato questo, ne potremo intravedere anche il senso." (da: www.bol.it)

inoltre trovi qualcosa anche qui:
clicca
PuLcInA^^
PuLcInA^^ - Mito - 14351 Punti
Rispondi Cita Salva
Grande fra!
Francy1982
Francy1982 - Mito - 119085 Punti
Rispondi Cita Salva
:lol
oO°GIULIA°Oo
oO°GIULIA°Oo - Habilis - 190 Punti
Rispondi Cita Salva
Francy1982 : :lol
GRAZIEEEEEEEEEE A TTTE E DUE!!!!!!
Francy1982
Francy1982 - Mito - 119085 Punti
Rispondi Cita Salva
alla prox giulia!
SuperGaara
SuperGaara - Mito - 120308 Punti
Rispondi Cita Salva
Perfect ;)
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di agosto
Vincitori di agosto

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Max090

Max090 Geek 659 Punti

VIP
Registrati via email