Scoppio di Scoppio
Mito 26022 punti

L'energia

L’energia non sparisce, non si distrugge e non si crea, ma si trasferisce altrove in forme uguali o diverse.
Questa è una breve spiegazione del principio di conservazione dell’energia,uno dei tanti principi alla base della scienza.Quindi l’energia dell’universo è costante,si trasforma ma non si consuma.
Nei sistemi in cui vi è energia possiamo dire avere due casi,sistemi isoplati e sistemi non islati.
*Se un sistema è isolato,nonostante avvengano trasformazioni di energia al suo interno,l’energia del sistema è costante.
*se un sistema non è isolato può esserci una differenza tra l’energia in entrata e quella in uscita, perché il sistema ha la possibilità di scambiare calore e lavoro con l’esterno.
Grazie al principio di conservazione dell’energia potremmo i problemi energetici attuali, ma ciò non è possibile. Il principio non tiene conto di un fattore:la degradazione dell’energia.

La degradazione dell’energia si ha perché in tutte le trasformazioni dell’energia una parte di essa si trasforma in calore a bassa temperatura,che è difficile da recuperare e anche piuttosto sconveniente.
Ad esempio gli attriti:seppur minimi,producono calore che sarà disperso nell’ambiente;gli esseri viventi a sangue caldo,tra i quali è compreso anche l’uomo, producono calore;le reazioni spontanee producono energia a bassa temperatura;anche i fili percorsi da corrente elettrica si riscaldano.
Perciò esistono diverse forme di energia,e l’uomo può sfruttare solo parte di queste.Il resto dell’energia sarà disperso.
Una misura dell’energia dispersa è l’entropia,che sarebbe il rapporto tra la quantità di energia termica dispersa e la temperatura alla quale viene dispersa. Da ciò capiamo che l’entropia dell’Universo è in aumento.

Registrati via email