Genius 5605 punti

Come si realizza una trasformazione (quasi) statica

In teoria la realizzazione di trasformazioni che siano dei diversi tipi esistenti, in maniera quasi statica (la trasformazione statica è inesistente) è possibile: poiché nulla impedisce di eseguire delle trasformazioni isobare, isocore o isotermiche ad una velocità qualsiasi queste trasformazioni possono anche essere eseguite a velocità piccole a piacere e pertanto, in un cilindro con pareti ad elevata conducibilità termica, si possono eseguire trasformazioni termodinamiche quasi statiche con un grado di accuratezza predeterminato qualsiasi.
Realizzare un processo adiabatico quasi statico è molto più complicato. Per un verso bisogna operare in maniera sufficientemente veloce per evitare scambi di calore con l'ambiente e per l'altro bisogna garantire che la singola variazione duri molto di più del tempo di rilassamento. Poichè si tratta di esigenze contraddittorie è difficile soddisfarle contemporaneamente, solo idealmente sarebbe possibile la realizzazione di tale utopico scopo, come molte volte si verifica anche in altri ambiti della fisica ideale. Pertanto le trasformazioni adiabatiche reali se devono anche essere quasi statiche possono essere tali solo in prima approssimazione, ma non nella realtà oggettiva fisica delle cose.

Registrati via email