Relazione di fisica

OGGETTO: Variabilità del coefficiente di attrito statico massimo
MATERIALE UTILIZZATO:
- Carrello
- Portatesi e pesi (9.8g e 9.6g)
- Puleggia
- Corda ideale
- Base scorrimento carrello
TEORIA RICORRENTE:
- Legge dell’ attrito statico
- Seconda legge della dinamica
DESCRIZIONE ESPERIMENTO:
L’esperimento è stato sezionato in due modalità:
- nella prima è stato usato un piano orizzontale
- nella seconda invece è stato utilizzato il piano inclinato
- Sul piano orizzontale abbiamo posto il carrello sulla base di scorrimento e, bloccando le ruote con delle stecche lo abbiamo collegato a una corda “ideale”
passante per una puleggia, alla quale sono stati applicati dei pesi; aggiuggendo gradatamente maggior peso e calcolandone ogni volta l’attrito statico, si è arrivati infine al movimento del carrello e ne abbiamo calcolato il coefficiente di attrito statico massimo.
- Sul piano orizzontale abbiamo ripetuto lo stesso esperimento, variando questa volta sia il peso che l’ altezza del piano; abbiamo aggiunto come in precedenza dei pesi fino a far muovere il carrello e presi i dati, ne abbiamo calcolato il coefficiente statico.

DATI NUMERICI COL PIANO ORRIZZONTALE:
- Massa carrello (Mc) = 160,3±0,1g
- Massa portapesi (mp) = 19,8±0,1g

ms = m/M

Vengono aggiunti due pesi da 9,8g e 9,6g:
ms = (9,8+9,6+19,8)/160,3 = 0,24
Il carrello nono si muove.

Viene aggiunto un altro peso da 9,8g:
ms =(9,8+9,8+9,6+19,8)/160,3 = 0,30
Si nota che il carrello comincia a muoversi e che perciò il coefficiente di a ttrito massimo è 0,30

DATI NUMERICI COL PIANO INCLINATO

ms = h/b

1) h = 89,5mm
b = 494mm
ms = 89,5/494 = 0,18

2) h = 105mm
b =492mm
ms = 105/492 = 0,21

3) h = 113mm
b = 492mm
ms = 113/492 = 0,22

4) h = 113mm
b = 488mm
ms = 113/488 = 0,23

5) h = 121mm
b = 488mm
ms = 121/488 = 0,25

Solo nell’ ultimo caso il carrello comincia a muoversi e che perciò il coefficiente di attrito statico massimo è 0,25

CONCLUSIONI
Con questo esperimento, attraverso gli strumenti sopra elencati e attraverso l’applicazione della teoria abbiamo dimostrato che il coefficiente di attrito statico non è una costante.

Registrati via email