simohpe di simohpe
Ominide 849 punti

A differenza del campo elettrico è impossibile separare i poli magnetici di una calamita, analogicamente alle cariche elettriche poli uguali si respingono e poli diversi si attraggono. Il campo magnetico è una forza vettoriale da è possibile definire la direzione e il verso. Il verso è quello che va dal polo sud al polo nord mentre la direzione è rappresentabile dalla linee di campo. In ogni punto la direzione del campo sarà uguale alla direzione della retta tangente in quel punto.


Oersted dimostrò che un filo percorso da corrente provoca la deviazione di un ago magnetico posto nelle vicinanze generando cosi un campo magnetico. Esegui questo esperimento utilizzando una serie di aghi magnetici e notò che le linee di campo sono infinite circonferenze concentriche. Il verso è dato dalla regola della mano destra.


Faraday allestì un esperimento in cui dimostrò che un magnete esercita una forza su un conduttore percorso da corrente. Prese un filo conduttore e o immerse nel campo magnetico, subito fu soggetto alla forza magnetica che tende a spostare il filo verso il basso. La forza risultante risultò uguale al prodotto vettoriale di B e dellalunghezza filo:

[math]\vec{F} = \vec{B}\times\vec{l} I[/math]
per il modulo
[math]F = BIl \sin\alpha[/math]

Ampere osservò che due fili conduttori rettilinei e paralleli si attraggono se la corrente che li percorre è dello stesso verso, altrimenti si respingono da qui:

[math]F = k \frac{(I_1\cdot I_2\cdot l}{r}[/math]

Biot-Savart dimostrarono che il modulo del campo magnetico non dipende dalla grandezza della carica mettendo a confronto le leggi di Ampere e Faraday da qui:

[math]B = k\frac{I}{r}[/math]

Hai bisogno di aiuto in Elettricità  e magnetismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email