32221 di 32221
Bannato 298 punti

Breve introduzione alla fisica

La fisica si occupa soltanto di quei fenomeni che possono essere studiati tramite delle grandezze fisiche, cioè tramite grandezze che caratterizzano quel fenomeno e che siamo in grado di misurare. Con la parola misurare si intende l'insieme delle operazioni al termine delle quali associamo un numero ad una grandezza.
Invece, la misurazione non è altro che un confronto tra la grandezza in esame e un'altra grandezza di riferimento: l'unità di misura.
Essa è un campione di riferimento fissato secondo una precisa convenzione e rispetto a cui viene determinato il valore della grandezza.
Per quanto una persona sia concentrata e attenta, nella misurazione ci sarà sempre un minimo di errore.
Tra gli errori più frequenti c'é l'errore di sensibilità ossia la più piccola variazione che lo strumento adoperato è in grado di misurare.

Esempio: se per misurare un qualsiasi oggetto si usa un tarato al millimetro l'errore di sensibilità corrisponderà a 1mm (un millimetro).
Le misure in fisica sono divise in due diversi tipi:
- grandezze dirette;
- grandezze indirette.
Le grandezze dirette sono quelle confrontate direttamente, quindi tramite lo strumento.
Le grandezze indirette, invece, sono quelle che derivano dall'esecuzione di calcoli.
Comunque, qualunque sia il tipo di misura, il valore della grandezza può essere semplicemente stimato con una certa imprecisione a cui diamo il nome di incertezza.
Oltre all'errore di sensibilità abbiamo anche l'errore relativo che deve essere calcolato eseguendo delle operazioni.

Ci dà informazioni sulla precisione di una misura.
Errore relativo: corrisponde al rapporto fra l'incertezza e il valore della grandezza, quindi Incertezza / valore della grandezza

Registrati via email