Genius 2527 punti

Il moto browniano

Nel 1827, il botanico Robert Brown osservò con un microscopio che un granello di polline sospeso nell’acqua si muove velocemente a zig-zag, con un moto incessante e del tutto irregolare. Dal suo nome questo fenomeno è detto moto browniano.
• Anche un granello di polvere nell’acqua, visto al microscopio, si muove in modo causale e disordinato.
• Secondo Einstain i granelli si muovono cos’ perché sono continuamente bombardati dalle molecole d’acqua.
L’acqua è costituita da tantissime molecole che si trovano in uno stato continuo di agitazione. Nel modello che Einstain propose nel 1905 le molecole d’acqua colpiscono molto spesso il granello di polline (circa 10^21 volte al secondo) e gli urti avvengono, in media, con la stessa frequenza e con la stessa forze in tutte le direzioni.
Il movimento di un granello di polvere testimonia che l’acqua è composta da un numero enorme di “grani” invisibili dotati di un movimento continuo, veloce e disordinato.

Il moto browniano è responsabile dei fenomeni che osserviamo ogni giorno.
• Le particelle di fumo di una sigaretta accesa si disperdono a causa degli urti con le molecole che costituiscono l’aria.
• Sentiamo i profumi e gli odori perché le molecole che stimolano il nostro naso sono diffuse dai grani d’aria.

Registrati via email