Voltaire

Casualista e determinista (newtonesiano), ha una visione sensista (Locke) della conoscenza. Considera l’uomo libero, ma in limiti assai ristretti. Sostiene la libertà politica ed economica del popolo francese. Sottolinea i meriti di un matematico come Cartesio, ma riconosce la superiorità della dottrina di Newton.
Punta alla borghesia, parte attiva della popolazione.

Condizione umana
Voltaire sostiene che la condizione umana è l’unica condizione alla quale possiamo far riferimento. In essa vi è sia il male che il bene, però in quanto generata da Dio ed esistente, essa è indice di perfezione (bisogna avere una serena accettazione della condizione umana, senza rimpianti).
- Se l’uomo fosse perfetto, sarebbe Dio;
- Dio: secondo Voltaire Dio non interviene nelle vicende umane (visione atomista, dei nell’Intermundia), ma egli ne ha una visione newtoniana (Dio come ente supremo che governa il mondo).

Voltaire e la visione cristiana
- Dio è intervenuto solo alla creazione del mondo;
- l'uomo deve aver fiducia nelle proprie azioni; Tutto è già deciso, ma non i mezzi;
- no all'approccio fatalista che vede svilite le azioni dell’uomo;
- Dio fa tutto per il bene: il male innesca processi che portano al bene;
- non vi è un male assoluto;
- bene e male definiti attraverso la ragione (Male, tutto ciò che arreca danno agli uomini, Bene, ciò che avvantaggia tutti gli uomini).

Religione
Consente di tenere a freno la gente ignorante, è un supporto allo stato (instrumentum regni), poiché la paura di Dio è maggiore di quella dello Stato (aspetto positivo). Essa è un ostacolo al progresso, in quanto tradizionalista e fanatista (aspetto negativo).

Fanatismo
Voltaire ne è contrario. E' una corrente di pensiero che ritiene che la propria religione sia la più giusta e che le altre siano in errore, e si impegna a imporre e diffondere tale religione a tutti.

Politica
Secondo Voltaire la miglior istituzione è il Despotismo Illuminato (condannato da Montesquieu). Siamo nell’Antico Regime, quindi solo il Despotismo può portare ordine (eliminare le tradizioni, ostacolo del progresso e dell’innovamento).

Storia
Voltaire nello studio della storia non considera fatti isolati ma concatenati tra loro mediante successioni di causa -effetto.

Progresso: avanzamento culturale che porta l’incivilimento (togliere i costumi barbarici della società).
Candido: pone a confronto l’ottimismo metafisico (possono esistere altri mondi, ma il nostro è il migliore in quanto esiste) che portava alla stagnazione, contro ottimismo ragionato che voleva portare miglioramenti.

Registrati via email