Questo appunto contiene un allegato
Schopenhauer, Arthur - Pensiero filosofico (20) scaricato 3 volte

Schopenhauer


Il padre voleva avviarlo al commercio, lui però si iscrisse all’università di Gottinga, e si laureò a Jena. Sulla sua formazione influirono Platone, Kant, Fichte(che poté ascoltare ad alcune lezioni), Hegel(con cui fu collega, professore, per alcuni tempi a Berlino).
Scrisse “Il mondo come volontà e rappresentazione”.
Morirà a Francoforte, senza successo per la sua filosofia, perché prevaleva l’indirizzo filosofico Hegeliano e perché aveva un indirizzo pessimistico e anti-idealistico.
La sua filosofia cominciò ad avere successo a partire dai “moti del ‘48”.

Radici culturali


Da quali esperienze filosofiche(≠ ed eterogenee) fu influenzato?
 Platone--> per la teoria delle idee(=forme eterne che si sottraggono alla caducità dolorosa del mondo)
 Kant -->da cui ricava l’impostazione soggettivistica della sua idea
 Illuminismo --> per il filone materialistico e la tendenza a mettere in discussione le credenze tramandate
 Romanticismo --> da cui ricava alcuni temi di fondo del suo pensiero:
_ grande importanza a arte e musica
_tema dell’infinito(assoluto di cui tutto ciò che esiste è solo manifestazione passeggera)
_tema del dolore
 Idealismo --> per lui è “l’idolo polemico”, la vera bestia nera. La considera “la filosofia delle università” finalizzata ad ottenere potere, successo, denaro, ma priva dello scopo della ricerca della verità. Definisce Hegel un ciarlatano, pesante, stucchevole, sicario della verità. Per S. è molto importante la libertà della filosofia: si indigna davanti alla divinizzazione dello Stato.

 Spiritualità indiana --> recupera, ed è il 1° filosofo occidentale a farlo, temi della spiritualità indiana. Fu profeta del grande sviluppo
che la filosofia indiana avrebbe poi avuto in Occidente.

Indice:

Il mondo della rappresentazione come “velo di Maya”


-Il fenomeno e la cosa in sé, differenze da Kant, caratteri
-Rappresentazione=inganno, apparenza -->vita, mondo= sogno, parvenza, illusione

 La scoperta della via d’accesso alla cosa in sé e il significato di essa

 Caratteri e manifestazioni della volontà di vivere

Il pessimismo di Schopenhauer


-Le radici del pessimismo, le ragioni
-La sofferenza universale
-L’illusione dell’amore

Il rifiuto dell’ottimismo


-Cosmico
-Sociale
-Storico

Le vie di liberazione dal dolore


-Arte
-Etica della pietà
-Ascesi

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email