Ominide 2387 punti

Le prime grandi reazioni contro Galileo provennero dal clero,mentre i gesuiti adottarono un atteggiamento globalmente prudente. Il diffondersi sempre di più delle polemiche contro lo
scienziato,indusse il Santo Uffizio a passare la faccenda copernicana ai teologi,i quali dichiararono all'unanimità: -Assurda e falsa in filosofia,la tesi eliocentrica -assurda e falsa in filosofia la mobilità della terra. Il 26 Febraio Galileo venne ammonito;nel 1632 pubblicò il Dialogo attraverso il quale Urbano VIII credette di esser stato preso in giro e lo scienziato fu costretto a trasferirsi a roma
e mettersi a disposizione del commissario generale del Sant'Uffizio. Il 12 aprile dovette trasferirsi presso il Sant'Uffizio dove venne rinchiuso nelle carceri. L'accusa più forte era di
aver trasgredito il precetto che gli vietava di insegnare o difendere il alcun modo la dottrina di Copernico. Galileo inizialmente negò di averlo fatto ma alla fine lo ammise e dovette

però pronunciare la sua abiura al copernicanesimo.
BACONE Bacone voleva rendere la scienza utile all'operare dell'uomo per far sì che egli dominasse ogni cosa del mondo naturale. Il filosofo immaginò una città ideale in cui fossero portate a
compimento tutte le scoperte e le invenzioni del mondo; l'isola è descritta come un enorme laboratorio sperimentale,nel quale gli abitanti cercano di conoscere le forze nascoste della
natura. Egli non si dedicò però solo al mondo della natura ma anche alla vita morale e politica attraverso dei Saggi. La sua maggiore attività fu dedicata al progetto di un'enciclopedia
delle scienze che doveva rinnovare completamente la ricerca scientifica,essa comprende le scienze che si fondano sulla memoria,quelle che di fondano sulla fantasia e quelle che si
fondano sulla ragione. Il nuovo Organo è una logica del procedimento tecnico-scientifico che viene contrapposta alla logica aristotelica,ritenuta adatta solo nelle dispute verbali. Con questa nuova logica si
espugna la natura,e questo è il compito fondamentale della scienza. L'intelligenza umana ha bisogno di strumenti efficaci per penetrare nella natura e dominarla attraverso degli
strumenti: gli esperimenti. I sensi non bastano a fornire una guida sicura,gli esperimenti sono il connubio della mente e dell'universo. Esso però non si può celebrare finchè la mente è
piena di errori e pregiudizi che le impediscono di interpretare la natura. -L'anticipazione della natura prescinde dall'esperimento e passa alle cose sensibili per arrivare a verità generalissime. -L'interpretazione dell natura invece si addentra con metodo e con ordine nell'esperienza e giunge solo all'ultimo a considerazioni generali. La via dell'anticipazione è sterile,la via
dell'interpretazione è feconda.

Registrati via email