pippily di pippily
Ominide 50 punti

RAZIONALISMO

Con il termine razionalismo (dal latino ratio, "ragione"), si definisce, in filosofia, ogni corrente di pensiero basata sulla tesi che la ragione umana può in principio essere la fonte di ogni conoscenza della realtà organizzata in modo logico e coerente, attraverso l'esperienza razionale dei propri strumenti di indagine e comprensione nel momento in cui la mente umana è illuminata dalla ragione divina (essa però viene bloccata quando supera i limiti terreni). In genere i filosofi razionalisti sostenevano che, partendo da principi fondamentali, individuabili intuitivamente, si potesse arrivare tramite un processo deduttivo a tutto il resto della conoscenza. Può essere considerata fondamento per il raggiungimento del bene morale, della giustizia e della felicità. Il razionalismo trasse origine dal pensiero di Cartesio (pensava che solamente la conoscenza delle verità eterne, potesse essere raggiunta dalla sola ragione. Le altre conoscenze richiedevano invece l'esperienza del mondo, aiutata dal metodo scientifico) e si diffuse nel corso del XVII e XVIII secolo in Europa, mentre in Gran Bretagna si affermava l'empirismo (dal greco εμπειρια – esperienza esponente Aristotele) è la corrente filosofica secondo la quale tutte le idee sorgono in noi attraverso l'osservazione del mondo, la conoscenza e l’esperienza, piuttosto che sull'intuito o sulla fede (con la possibile eccezione della matematica). Empirico è un aggettivo usato spesso insieme a scienza, e questo significa l'uso di ipotesi di lavoro che possano essere smentite dall'osservazione o dall'esperimento.

Il razionalismo attuale

L'uso moderno del termine "razionalismo" indica la convinzione che i comportamenti e le credenze dell'uomo dovrebbero basarsi sulla ragione piuttosto che sulla base della fede e dei dogmi religiosi. Il razionalismo è somigliante all'umanismo e all'ateismo ma presenta delle differenze:
- l'umanismo, come il nome stesso suggerisce, è centrato sulla superiorità della società umana e dell'uomo rispetto alla natura e a ciò che essa contiene.
- l'ateismo nega l'esistenza di Dio

Registrati via email