Ominide 1016 punti

Kierkegaard

È considerato il padre dell'esistenzialismo
È protestante radicale e critico, infatti critica fortemente Hegel.
La sua dialettica è basata sulla scelta dell'individuo che pone in gioco sempre se stesso: dialettica della libertà, che per lui e ciò che produce anche il negativo e sta alla base di tutto.

Vita

Nasce a Copenhagen nel 1813 ed ottiene un'educazione religiosa severa e cresce col sentimento del peccato. Si laurea in teologia nella città e decide nel 1814 di rompere il fidanzamento per condurre una vita di solitudine.
Va a Berlino e rimane deluso da Shelling. Poi torna a casa con l'eredità del padre e la usa per studiare. Scrive sotto un'anonimo e rifiuta la chiesa protestante.
Dirige il periodico chiamato “il movimento” e attacca frontalmente la Chiesa danese. Poi nel 1355 muore.

Grazie al suo pseudonimo rimase autore sconosciuto per lungo tempo fino ad essere recuperato dai teologi all'inizio del novecento, poi dopo la seconda guerra mondiale fu scoperto con l'esistenzialismo.

La dimensione religiosa è molto importante nella sua filosofia: l'esistenza è definita dal rapporto con Dio.

La vita è considerata tale solo quando verità per me: Il soggetto se ne appropria, la raggiunge, e ci si avvicina chi la ricerca con la passione dell'infinito.

Quindi chi si sforza di rapportarsi con Dio con la passione è vicino alla verità,-la fede è rischio-

Distingue tre istanze dell'esistenza:
-Stadio estetico: è quello del dongiovanni. Individuo vive politicamente la sua vita, coglie l'attimo, ma ciò non porta a nulla. In questo stadio si sente il sentimento dell'angoscia che è legata alla libertà di scelta anche quella di peccare.
-stadio etico: anche qui c'è una tendenza al peccato. Disperazione massima: il soggetto il rapporto con se stesso riflette sulla condizione umana disperata, e si raggiunge quando si rinuncia a dio per paura di perdere la libertà.
-Stadio religioso: con questo si esce dalla disperazione. La fede non è razionale.
La fede è scandalo perché si realizza nell'istante. La fede ti da la possibilità di salvezza, non però la garanzia di averla.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email