Ominide 50 punti

Immanuel Kant

Immanuel Kant nacque nel 1724 e morì nel 1804 a Konigsberg. Fu avviato sin da piccolo, per volere della madre, ad uno spirito religioso pietista sotto l’insegnamento di una delle figure più autorevoli dell’epoca e non appena ebbe terminato l’esperienza collegiale, studiò filosofia, matematica e teologia all’università di Konigsberg e nel 1755 ottenne la libera docenza presso la stessa università.
Incarico questo, che mantenne con senso del dovere e disciplina fino alla vecchiaia. Non si conoscono avvenimenti particolarmente drammatici o dolorosi nella sua vita anzi, condusse un’esistenza misurata e semplice priva di qualunque eccesso, dedicata unicamente all’attività speculativa e allo studio. Unico episodio forse più significativo fu il contrasto con il governo prussiano con la pubblicazione della seconda edizione della “Religione nei limiti della semplice ragione” anche se in realtà tutto si risolse poco dopo con la salita al trono di Federico Guglielmo III che ripristino la libertà di stampa.

Si suole dividere il percorso letterario Kantiano in tre fasi:

- PRIMO PERIODO, FINO AL 1760 IN CUI PREVALE L’INTERESSE PER LE SCIENZE NATURALI; Storia naturale universale e teoria dei cieli -- Monadologia physica – Ottimismo ;

- SECONDO PERIODO DAL 1760 AL 1781 IN CUI PREVALE L’INTERESSE FILOSOFICO; Critica della ragion pura = (tematica gnoseologica) -- La falsa sottigliezza delle quattro figure sillogistiche -- Unico argomento possibile per una dimostrazione dell’esistenza Dio -- Ricerca sulla chiarezza dei principi della teologia naturale e della morale – Notizia sull’indirizzo delle sue lezioni -- Sogni di un visionario chiariti coi sogni della metafisica;

- TERZO PERIODO DAL 1781 IN POI, CHE È QUELLO DELLA FILOSOFIA TRASCENDENTALE; Critica della ragion pratica (tematica morale) – critica del giudizio (tematica estetica) – Per una pace perpetua (tematica politica);

La filosofia Kantiana è stata definita come una sorta di ANTROPOLOGIA, poiché tratta dell’uomo e delle sue esperienze (politiche, morali ecc…).
La filosofia in questo modo viene a coincidere con lo studio dell’esperienza umana del mondo.

Registrati via email