LVS di LVS
Ominide 11 punti
Questo appunto contiene un allegato
Feuerbach, Ludwing Andreas - Pensiero filosofico scaricato 0 volte

Ludwig Andreas Feurbach

Nel dibattito sulla religione che anima la Sinistra hegeliana la figura di maggiore spicco è quella di Feuerbach, che conduce la propria critica della religione su un terreno esclusivamente filosofico: il risultato è una filosofia della religione su basi radicalmente materialistiche.
L’incontro con Hegel costituisce il movimento più significativo della sua biografia intellettuale; infatti è solo grazie all’influenza delle lezioni hegeliana che Feuerbach approda allo studio della filosofia.
Feuerbach condivide l’impostazione logica sul pensiero hegeliano, mostrando un vivo interesse per il particolare, la corporeità, rapporti intersoggettivi, nella loro dimensione fisica. Questo interesse lo induce ad assumere la posizione di un vero e proprio “anti-Hegel” sottoponendo la filosofia hegeliana a un’aspra critica. Tale critica, costituisce un passaggio fondamentale di quella dissoluzione dell’hegelismo cui parteciperanno tutti gli esponenti principali del pensiero dell’epoca, da Kierkegaard a Schopenhauer.

In realtà, al di là de questa presa di distanza, resta evidente nel pensiero di Feuerbach matura l’impronta della formazione hegeliana: lo stesso Feuerbach che, all’inizio della sua attività filosofica, pur non condividendo la posizione del maestro, ha messo consapevolmente a tacere il proprio senso critico nei suoi confronti. Feuerbach individua nel pensiero hegeliano il compimento della filosofia moderna e, in quanto tale, esprime nella maniera più evidente e radicale i suoi aspetti negativi:
• La frattura del pensiero nei confronti della sensibilità;
• Il significato essenzialmente teologico.

Registrati via email