Gli esponenti del Socialismo Utopistico

Definizione data da Marx perché lo riteneva di povertà intellettuale e errata interpretazione della Rivoluzione Industriale.
- Owen (gallese 1771-1858) voleva la società basata sulla cooperazione e sull'amore, credendo che la corruzione dell'uomo fosse dovuta all'ambiente. "Il libro del nuovo mondo morale".
Costituì una sorta di comunità campione attorno alla sua fabbrica a New Lemark in Scozia.
- 1760-1825 S.Simon: intellettuale, ha numerosi scritti, riteneva che la società sia governata da leggi appartenenti alla storia, da cui non è esclusa la nuova società industriale.
- modello sociale con ordine gerarchico con a capo élite di intellettuali e morale, a cui è affidato il compito del progresso dell'umanità.
- Fourier (1772-1832) 1820 "Il nuovo mondo industriale" opera critica ipotizza: comunità con spirito cooperativo, mutamento di indirizzo passioni, comunità autosufficienti (falansteri) autonomi anche nei confronti dello Stato.

- Proudhon (1809-1865) ipotizza come l'esito del rinnovamento sia una società anarchica priva di autorità centrale è articolata in associazioni di lavoratori, libere autonome.
Nel 1840, si chiede cosa sia la società: furto necessario allo spirito cooperativo ognuno libero di svolgere il proprio lavoro.
- Blanc (1811-1882) "L'organizzazione del lavoro" è compito dello stato fondare società nuova dove è abolito il capitalismo, gestione dell'economia nelle mani delle autorità pubblica. Vuole aziende gestite dagli stessi operai (ateliers sociales) primo esempio di società indipendente non più capitalistica.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email