La riforma di Erasmo da Rotterdam

Erasmo fu uno degli umanisti più importanti del suo tempo, e decise di non aderire apertamente alla riforma luterana ma di rimanere neutrale. L’opera più famosa è l’Elogio della Follia, nel quale egli critica apertamente la falsità della Chiesa del suo tempo, paragonandola appunto alla pa zzia. Poi nel Manuale del milite cristiano egli contrappone alla teologia la fede intesa come la fede del milite cristiano per l’appunto. Le armi di questo milite devono essere la lettura e l’interpretazione della Bibbia,tanto è vero che Erasmo la tradusse,per permettere a tutti di poterla leggere. Egli disprezzava qualsiasi forma di superstizione, di cerimonia religiosa, ed ad es altava il libero arbitrio umano nel suo libello De libero arbitrio. la filosofia di pensiero di Erasmo, infatti riteneva che la salvezza dell’uomo non potesse scaturire da altro che dalla collaborazione tra l’uomo e Dio.

Registrati via email