pippily di pippily
Ominide 50 punti

MATERIALISMO

Il materialismo è la concezione filosofica per la quale l'unica cosa che può veramente essere detta esistere è la materia; cioè che fondamentalmente, tutte le cose hanno una natura materiale. La concezione è forse compresa meglio nella sua opposizione alle dottrine della sostanza immateriale storicamente applicate alla mente, e tra le più famose vi è quella di Cartesio.

EDONISMO

Edonismo è il termine con il quale si indica qualsiasi genere di filosofia, o scuola di pensiero che riconosca nel piacere il fine ultimo dell'uomo. Per raggiungere un piacere si può anche passare attraverso il dolore, se questo è giustificato.

DEISMO

Il deismo (dal francese deisme, proveniente dal latino deus "dio") è una filosofia razionalistica della religione sviluppatasi nei secoli XVII e XVIII in Inghilterra e in Francia all'interno degli ambienti intellettuali illuministi, e che divenne in breve tempo (soprattutto in Inghilterra) una delle principali concezioni filosofiche e religiose che rifiuta l'ateismo. Il deista ritiene che l'uso corretto della ragione consenta all'uomo di accertarsi dell'esistenza della divinità(talvolta denominata religione naturale), come creatrice dell'universo dal nulla e per spiegare la presenza dell'ordine e della regolarità presenti nell'universo. Per i deisti Dio è il creatore del mondo e delle leggi naturali, ma non interviene nelle faccende umane (non interviene nelle questioni morali) ma si limita solo a garantire il corretto funzionamento del mondo naturale perciò le preghiere a Lui rivolte sono totalmente inutili. In Francia, Voltaire, che divenne un sostenitore particolarmente attivo del deismo, intensificò la critica razionalista della Scrittura inaugurata dai suoi predecessori, ma non si discostò dai deisti inglesi laddove affermavano che una divinità esiste certamente. Secondo Voltaire l’abbattimento dei pregiudizi religiosi tradizionali è la condizione della pacifica convivenza all’interno dello Stato di religioni differenti, in un clima di tolleranza reciproca per il raggiungimento del bene comune e della pacifica convivenza tra cittadini. Secondo j.j.Rousseau l’interpretazione deista della fede si collega con l’affermazione della necessità che la ragione non distrugge nell’uomo la convinzione della presenza di una divinità saggia. Varie versioni di deismo, fra cui alcune vicine all'ateismo, vennero sostenute da molte celebri figure dell'illuminismo europeo, facendo sentire la loro influenza anche in America nel tardo XVIII secolo.

Registrati via email