gaiabox di gaiabox
Ominide 3546 punti

Importante da sottolineare; Il mago ritiene che il proprio sapere derivi da una tradizione anüchissima che costituisce una rivelazione divina, della quale accetta l'indiscutibile auctoritas. Si tratta di un sapere sacerdotale, segreto ed esclusivo, riservato a pochi iniziati. Al contrario, il nuovo sapere scientifico si caratterizza come un sapere basato sul rifiuto del principio di autorità e su un sapere pubblico che, attraverso la collaborazione di tutti, progredisce storicamente.

Non solo, il sapere magico si affida a un linguaggio misterioso e ambiguo, cerca il potere sulla realtà studiando ciò che in natura vi è di eccezionale, al fine di stupire e sottomettere il volgo ignorante. Al contrario, la scienza moderna si esprime in un linguaggio rigoroso e chiaro rintracciandolo nella precisione della matematica — che ricerca le regolarità e le leggi della natura attraverso l'impiego delle facoltà naturali dell'uomo. Da qui derivano l'importanza della verifica sperimentale e detrevidenza razionale e la ricerca di un metodo rigoroso, da chiunque applicabile. Infine, il mondo magico, sul quale la magia pretende di intervenire, si configura come un organismo vivente, manifestazione di un principio spirituali strutturato in forma gerarchica, dove tutto è in relazione con tutto secondo rapporti simpatia e antipatia, attrazione e repulsione, laddove la natura studiata dalla scienza è una realtà omogenea che si caratterizza come un meccanismo formato da materia in movimento secondo precisi e prevedibili nessi di causa-effetto.

Registrati via email