Questo appunto contiene un allegato
Dialettica - Ruolo e significati scaricato 0 volte

Ruoli e significati della dialettica

Hegel distingue tre momenti della dialettica:
-Astratto o intellettuale (tesi)= concepire l’esistente sotto forma di una molteplicità di determinazioni statiche e separate le une dalle altre. Il momento intellettuale(grado più basso della ragione) in cui il pensiero si ferma alle determinazioni rigide e isolate della realtà ,limitandosi a considerarle nelle loro differenze reciproche e secondo il principio d’identità e non contraddizione.
-Negativo-razionale (antitesi)= (il momento “dialettico”) mostrare come tali^ determinazioni siano unilaterali e necessitino di essere relazionate con altre determinazioni-->il pensiero nega le determinazioni astratte dell’intelletto, mettendole in rapporto con le determinazioni opposte.
-Positivo-razionale (sintesi)=(il momento “speculativo”) cogliere l’unità delle determinazioni opposte, rendersi conto che esse sono aspetti unilaterali di una realtà più alta che li ricomprende, li sintetizza entrambi.

La dialettica globalmente considerata consiste:
- nell’affermazione di un concetto astratto e limitato -->tesi
- nella negazione di questo concetto come alcunché di limitato e di finito e nel passaggio a un concetto opposto --> antitesi
- nell’unificazione della precedente affermazione e negazione in una sintesi positiva comprensiva di entrambe.

Registrati via email