Ominide 13147 punti

I filosofi medievali si interrogano su fin dove può arrivare la ragione e dove inizia la fede. Alcuni filosofi, come Tommaso D'Aquino, provarono a dimostrare razionalmente l’esistenza di Dio.
Tommaso elabora cinque prove o "cinque vie":

-Ex causa o prova causale:
'Ogni causa è causata da un'altra causa', ma non potendo risalire all’infinito è necessario individuare una causa prima che non è causata da null'altro, cioè Dio.

-Ex gradu:
Per ogni qualità e valore esistono dei gradi, quindi dovrà esistere necessariamente un grado assoluto, cioè Dio.

-Ex motu o prova cosmologica:
'Tutto ciò che si muove è mossa da altro', ma non potendo risalire all’infinito è necessario individuare un primo motore immobile che non è mosso da null'altro, cioè Dio.

-Ex fine:
Ogni cosa ha un fine immediato, ma tutti questi scopi tenderanno a un fine universale, cioè Dio.

-Ex possibili et necessario:
'Ogni cosa possibile deriva da altre cose possibili', ma non potendo risalire all’infinito bisogna arrivare ad un punto necessario di per sè, cioè Dio.

La filosofia di Tommaso ha la propria base tra teologia e filosofia.
La teologia è considerata superiore e la filosofia è vista come sua ancella, cioè può servire in tre modi:
1) dimostra razionalmente i dogmi della fede;
2) chiarisce tramite similitudini e analogie le verità della fede;
3) difende la fede, cioè controbatte le tesi contrarie ad essa..

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email