Nicolò Copernico
De revolutionibus: le tracce della rivoluzione scientifica

Nel suo De Revolutionibus Copernico riteneva errata la dottrina tolemaica in quanto troppo complessa e quindi anti-economica. Egli, studiando i testi antiche tra i quali anche quelli pitagorici, capì che la dottrina eliocentrica poteva essere quella più facilmente comprensibile ed esprimibile: al centro dell’Universo c’è il Sole, immobile; attorno a questo ruotano i pianeti, tra i quali la Terra, che gira su se stessa, originando il moto apparente, attorno ad essa del sole e delle stelle. Tuttavia, pur rivoluzionando moltissimo la scienza, il filosofo rimase ancora entro ad alcuni fondamentali, come ad esempio quello che riguarda la concezione del cielo delle stelle fisse.

Registrati via email