Ominide 234 punti

Classificazione delle idee e Dio


Dio come giustificazione Metafisica

Cartesio sostiene che noi, essendo esseri pensanti con idee (Gli oggetti del pensiero), possiamo essere sicuri che esse esistano nel nostro spirito ma non possiamo essere sicuro che corrispondano a realtà esterne a noi, è necessario quindi dimostrare l'esistenza di Dio.

Cartesio attua una divisione delle idee:
• Quelle che sembrano presenti in se stessi da sempre (innate)
• Quelle che sembrano estranee a sé (avventizie)
• Quelle formate o trovate da sé stessi (fattizie)

Successivamente per dimostrare l'esistenza di Dio è necessario fare diverse riflessioni sull' idea di Dio e su Dio stesso, queste sono principalmente tre riflessioni
1. L'idea di Dio è infinita ed eterna, è esterna a noi stessi in quanto noi siamo esseri finiti e un'idea infinita come quella di dio ha bisogno di una realtà infinita che la generi, non può quindi essere stata generata dagli uomini.

2. Gli esseri viventi dubitano, quindi non conoscono in modo perfetto e compiono un atto imperfetto, definendo l'atto come imperfetto si presuppone l'esistenza di qualcosa di più perfetto degli esseri viventi che dubitano.
3. Non è possibile concepire Dio senza ammettere la sua esistenza perché è una delle sue caratteristiche che derivano proprio dalla sua definizione.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email