Ominide 1013 punti

Campanella

Campanella nasce in calabria nel 1568 e muore a Parigi nel 1639 ed è riconosciuto per aver fornito un modello ideale della società. era un frate domenicano che fu molto spesso accusato di eresia per adesione al naturalismo ed al sensismo, e per questo motivo fu condannato a trascorrere molti anni in carcere.
L’aspetto principale della sua filosofia è la rivalutazione culturale e pedagogica della natura.
Si appella sempre alla diretta esperienza della realtà.
La sua opera più famosa è la Città del sole, un’opera utopistica con la quale delinea le caratteristiche dello stato perfetto. In questo testo viene proposta una società e lui si illude di poterla realizzare. è un dialogo tra un nobile ed un navigatore genovese che gli racconta di una città equatoriale dove:
-la famiglia è abolita
-la proprietà privata è abolita

-la schiavitu è abolita
-il lavoro è considerato come un valore che mobilita l’uomo.
Nel testo viene particolarmente esaltata la tecnica, la scienza, la magia e anche l’astrologia. Campanella rivolge una particolare attenzione all’educazione d giovani e ragazzi, la quale secondo lui dovrebbe essere basata sull’osservazione diretta dei fatti e delle cose per sradicare l’ignoranza, la quale secondo l’autore è la causa di ogni male che affligge il mondo e la società sua contemporanea.

Registrati via email