Daniele di Daniele
Blogger 27608 punti

Francesco Bacone

Bacone dà sistematicità al metodo scientifico che è da lui trattato nell’opera intitolata "Nuovo organo" (riferendosi all'Organon aristotelico). Bacone è un assertore della tecnica, che vede il mondo come una realtà esclusivamente tecnica. Per accedere alla tecnica, l’uomo deve liberare la mente dalle anticipazioni: l'unico modo per comprendere la natura è osservarla!
Interpretare la natura, vuol dire leggerne tutti i suoi cambiamenti, e analizzarli uno per uno, arrivando infine alla formulazione di leggi. I pregiudizi sono definiti da Bacone con il termine idola, ovvero false credenze e sono di diverso tipo:

1) idola tribus che provengono dal mondo dell’umanità
2) idola specus che provengono dal mondo del singolo individuo.
3) idola fori che sono legati al linguaggio e provenienti dai discorsi fra gli uomini di piazza,

4) idola teatri che derivano dalle dottrine filosofiche del passato.

Questi pregiudizi possono essere superati tramite gli esperimenti.
Il metodo logico cui ricorre Bacone è il metodo induttivo, che invece di descrivere una realtà a partire da una verità più generale, compone attraverso l'intelletto le esperienze dei sensi in una legge generale. Per dare sistematicità e generalità alle leggi induttive, Bacone utilizza le cosiddette tavole induttive. Ve ne sono quattro tipi:

* presenza
* assenza
* gradi
* esclusiva.

Ogni fenomeno, va segnato sulle tavole, dove va specificato se si presenta, e con quale intensità. Questo ci aiuta a capire qual è la causa vera dell’esperimento, e a formulare un’ipotesi, avuta l’ipotesi si cerca nelle tavole l’istanza cruciale, arrivati all’istanza si osserva l’unica connessione valida che può collegare direttamente due fenomeni.

Registrati via email