Auguste Comte

Auguste Comte nacque nel 1798 a Montpellier da una famiglia cattolica e anarchica e studiò a Parigi nutrendo, subito, gli ideali del libero pensatore per poi dichiararsi un repubblicano.
Il mito della scienza come strumento di salvezza per l’uomo e per la società ha come massimo interprete proprio Comte che individuò le linee dello sviluppo storico dell’umanità formulando la legge dei tre stadi secondo cui ogni nostra conoscenza passa per tre stadi differenti: teologico, metafisico e positivo. Ad ogni stadio corrisponde un tipo di sapere e di metodo conoscitivo diverso e non c’è alcun rapporto tra i tre, se non quello di esclusione reciproca. Nello stadio teologico l’uomo ricerca le cause dei fenomeni, considerati come il prodotto di misteriosi agenti soprannaturali. In questa fase l’umanità adora gli astri o le divinità da cui fa dipendere il proprio destino. Nello stadio metafisico l’uomo cerca di spiegare la natura dei fenomeni utilizzando concetti astratti. Nello stadio positivo l’uomo capisce che è impossibile cercare spiegazioni generali sull’origine dell’universo e rinuncia a chiedersi quali siano le cause dei fenomeni. L’uomo, quindi, si propone di conoscere le leggi effettive dei fenomeni osservati. Il filosofo quando parla dello stadio positivo ritiene che questo sia il momento in cui l’uomo si è liberato dalle inutile ipotesi e si è diretto, attraverso il ragionamento, a ricercare le leggi dei fenomeni. Proprio per questo motivo la sua attenzione è concentrata in questo stadio, dove i metodi teologici e metafisici non sono più utili e devono essere abbandonati. Il compito della filosofia positiva, quindi, è quello di estendere alla società i metodi di indagine delle scienze naturali e Comte si assume il compito di liberare la cultura dai residui dei primi due stadi ed elaborare una filosofia positiva che possa riorganizzare l’enciclopedia delle scienze.

Questa enciclopedia viene ad essere costituita da cinque fondamentali scienze: astronomia, fisica, chimica, biologia e sociologia. Non sono comprese né la teologia e né la metafisica perché non considerate scienze positive, non c’è la psicologia perché ricade sia nella biologia che nella sociologia ed è esclusa anche la matematica perché ritenuta da Comte la scienza fondamentale alla base di tutte. Egli sottolinea che l’ordine di queste scienze segue un triplice principio: ordine logico rappresentato dal criterio di semplicità della scienza, ordine storico dato dal susseguirsi del loro ingresso nello stadio positivo e ordine pedagogico secondo il quale le scienze devono essere insegnate nello stesso ordine del loro ingresso nello stadio positivo.
Comte affida alla sociologia un ruolo primario, perché è la scienza che deve liberare la società dalla sua disorganizzazione e la divide in due settori: statica e dinamica sociale. La statica si fonda sul concetto di ordine, cioè della connessione tra le varie parti che costituiscono il corpo sociale, e la dinamica sul concetto di progresso che per Comte è una nozione importante.
Alla scienza Comte affida anche una funzione pratica, cioè di stabilire il dominio dell’uomo sulla natura e per far questo occorre conoscere le leggi naturali in quanto dalla scienza deriva la possibilità di previsione e della previsione la possibilità di azione. Quindi la vera scienza consiste nella formulazione di leggi. Tutti i fenomeni, dopo averli osservati, hanno bisogno di essere interpretati e sottoposti al ragionamento e la ricerca scientifica consiste nel combinare l’uso dell’osservazione e del ragionamento. L’estrema riflessione di Comte è nell’opera intitolata “Sistemi di filosofia” in cui l’autore si abbandona alla divinizzazione della scienza che in quegli anni veniva rappresentata come una religione con i suoi riti, dogmi e norme etiche e secondo Comte al posto di questi sacramenti tradizionali dovevano subentrare i sacramenti dell’era positiva: la donna viene rappresentata come il nuovo angelo custode, il positivismo si trasforma in una vera e propria religione, i giorni della settimana vengono consacrati ad ognuna delle sette scienze, ecc

Registrati via email