San Tommaso d'Aquino

San Tommaso è il primo reale esponente della scolastica che si suddivideva nelle sette arti liberali suddivise in un trivio e un quadrivio:
1. grammatica, logica, retorica (trivio)
2. geometria, aritmetica, astronomia e musica (quadrivio)
Il filosofo pur affermando la distinzione tra ragione e fede crede in una loro armonica collaborazione.
Tommaso non si limita ad affermare l’esistenza di Dio, ma la dimostra attraverso cinque prove.
1. Dio è il primo Motore Immobile di ciò che ci muove, ex motu
2. Dio è la causa prima incausata, ex causa
3. Dio è un ente necessario, ex possibili et necessario
4. Dio è la perfezione somma, ex gradu
5. Dio è l’intelligenza ordinatrice, ex fine

L’anima, pur essendo naturalmente destinata a fungere da forma di un corpo, possiede, secondo Tommaso, un suo essere proprio, che non riceve né dal corpo, né dalla sua unione con il corpo, ma da Dio stesso, l’anima è dunque immortale in quanto può operare senza corpo essendo un corpo a se stante.
Le virtù morali sono degli habitus di cui ci si deve vestire per vivere rettamente; la legge è una misura dell’agire, e spinge all’azione, e Tommaso distingue tre tipi di legge:
1. la legge naturale, che è la legge che prescrive alla volontà umana come agire per raggiungere i fini essenziali della vita
2. la legge umana,è la legge civile positiva che tratta nel particolare ciò che la legge naturale tratta in generale e per questo deve rifarsi sempre alla legge naturale appunto
3. la legge divina, è la legge positiva divina, la legge per eccellenza che è formata dalla legge ecclesiastica, dalla legge mosaica e da quella evangelica.

Registrati via email