Genius 3813 punti

Processo discendente

Plotino afferma la presenza di tre realtà sostanziali, le tre ipostasi. La prima è l’Uno, quello che origina tutto.
Intelletto, che è essere e pensiero. Essere perché è originato dall’Uno e anche pensiero.
E' utile l’esempio dell’albero, nella chioma abbiamo messo l’Uno, poi dal tronco si diparte un primo ramo, che l’abbiamo identificato con l’intelletto e poi questo ramo, a sua volta, si divarica e una parte va verso l’alto e una parte si inarca verso se stesso. Allora quando l’intelletto volge lo sguardo, verso l’alto, verso l’uno si carica di essere, quando guarda verso se stesso coglie delle idee.
Sotto il ramo che è l’intelletto, ce n’è un altro, che rappresenta l’anima e questo ramo si divarica ad un certo punto, uno guarda verso l’alto, quindi verso l’Intelletto, diventa l’anima organizzatrice della mente, quindi elabora delle idee, invece quando guarda verso se stesso, coglie gli enti e si può chiamare anima del mondo, che a sua volta è formata dall’anima dei singoli uomini. Al di sotto delle tre ipostasi vi è la materia, che si può considerare come una unità. Essa non è l’opposto dell’essere ma bensì come una scala principale dove si può arrivare all’Uno. In essa non vi è pensiero, quindi privazione di essere.

Registrati via email