sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

-Marsilio Ficino-

Marsilio Ficino fu un Filosofo noto soprattutto per aver tradotto opere di Platone e, quindi, aver contribuito alla diffusione del suo pensiero nella penisola italiana.
Egli fu in stretti rapporti con Cosimo de’ Medici, signore di Firenze, che voleva far rivivere l’Accademia Platonica.
Ficino aveva l’intenzione di ricomporre la divisione che si era creata col tempo tra Filosofia e Religione, poiché egli notava una grande affinità tra la vera filosofia, ossia quella platonica, e la vera religione, ossia quella cristiana.
Per Ficino la molteplicità delle cose è riconducibile all’Unità Divina.
Inoltre egli individua cinque gradi dell’Essere:
1. Corpo
2. Qualità
3. ANIMA
4. Angelo
5. Dio
Tra i cinque gradi dell’essere, il più fondamentale è l’Anima, che infatti svolge una funzione fondamentale: è “copula del mondo”, ossia è intermediaria tra tutte le cose, poiché essa conosce se stessa, le cose divine e quelle naturali.

L’Anima svolge la sua funzione di mediatrice per mezzo dell’Amore; secondo Ficino l’Amore era ciò che consentiva l’ascensione dell’uomo a Dio, ma anche quella forza cosmica che lega il tutto.
Ficino sosteneva anche che il Mondo fosse un grande Organismo Vivente, quindi un Animale, il più perfetto tra gli animali, che vive per mezzo di un’Anima, la quale è in contatto con il Corpo del Mondo attraverso lo Spirito, così come avviene nell’Uomo; su questa concezione del Mondo, egli basa la pratica della Medicina Magica, che è accompagnata dall’Astrologia: secondo Ficino, infatti, molti benefici provenivano sia dall’Anima che dallo Spirito del Mondo, e che su quest’ultimo fosse esercitato un influsso, a volte positivo e a volte negativo, degli Astri.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email