Mito 119085 punti

La Filosofia nel Medioevo:

Nel Medioevo la filosofia cristiana diventa ancella della teologia, ovvero ancella della religione. La filosofia Cristiana vive principalmente due periodi:
1. Patristica: nei primi secoli del Medioevo ed è la filosofia dei Padri della Chiesa che cercano di spiegare i dogmi.
2. Scolastica: è il periodo della Philosophia delle scolae
I due periodi hanno una differenza anche dal punto di vista contenutistico, infatti, nel primo momento la Chiesa ha come priorità quella di controbattere e combattere le eresie che si diffondevano in quel periodo
Le eresie grandi Eresie del medioevo sono principalmente tre:

* Manicheismo = secondo cui il mondo era governato da due forze, quella del bene e quella del male. La Chiesa condanna il Manicheismo perché metteva il male sullo stesso piano del bene.

* Donatismo = Credeva che se un individuo commetteva un peccato deveva essere esonerato della comunità cristiana. Per i Donatisti i sacramenti fatti da gente che avevano commesso peccati non erano validi, la Chiesa li condanna come eresia perché per la Chiesa il Sacramento ha valore di per sé

* Pelagianesimo = Fondato dal monaco Pelagio esalta il libero arbitrio dell’uomo, negando la Grazia Divina. L’uomo si salva per conto suo, per una sua scelta e non per Grazia Divina.

Registrati via email