Sapiens 1379 punti

Hegel, Feuerbach, Marx

Definizione di alienazione

- Hegel --> l'alienazione è quando lo Spirito si fa altro da sè (nella materia e nella natura) per poi tornare in sè stessa arricchita - il soggetto dell'alienazione è lo Spirito.

- Feuerbach --> è il religioso che "inventa" un dio da porre al di sopra di sè ed in cui rifugiarsi per estranearsi dalla realtà - il soggetto dell'alienazione è l'Uomo

- Marx --> è valida l'affermazione di Feuerbach, ma più specificatamente l'alienazione ha un'acezione sociale-economica, poichè il soggetto è l'operaio (concetto espresso ne "il manifesto del partito comunista".


Motore della storia

- Hegel: la storia è mossa dalle idee (concetto espresso dalla sinistra hegeliana) e dalla dialettica tra materia e Spirito (la prima è una manifestazione necessaria del secondo);

- Marx: il concetto di dialettica (contrapposizione di due elementi in una totalità organica) ispira il pensiero di Marx, che però pone come soggetto di tale contrapposizione le forze produttive ed i rapporti di produzione (incarnati rispettivamente nella classe proletaria in ascesa e la mentalità privatistica e conservatrice della borghesia): la storia è scenario della lotta di classe.


Politica-metafisica

- Hegel sostiene che la realtà materiale altro non sia se non che una
manifestazione necessaria dello Spirito infinito (giustificazionismo speculativo si traduce in
giustificazionismo politico conservatore);
- Feuerbach riconosce la concretezza e contingenza dell'uomo, riportando al centro dell'analisi filosofica l'uomo;
- Marx riafferma la tesi già espressa da Feuerbach aggiungendo che l'uomo, prim'ancora che essere concreto, è il prodotto del contesto storico-culturale in cui vive.


Idealismo

- Hegel è un idealista, poichè si sofferma sullo studio delle idee e delle teorie astratte, facendo partire il proprio discorso dal mondo dello Spirito per poi derivarne la realtà materiale;
- Feuerbach si trova ad un punto di incontro tra l'idealismo ed il materialismo marxista (o più propriamente marxiano), in quanto comprende la centralità dell'aspetto materiale dell'Uomo tralasciando però l'elemento di "praxis rivoluzionaria" e fermandosi dunque alle teorie;

- Marx definisce l'idealismo come dispensatore di false conoscenze e "misticismi logici": la base della realtà sono i fatti economici, dai fatti l'uomo produce le idee che ne sono riflesso. Marx fa dunque emergere l'elemento di prassi, necessario più dell'astrattezza delle teorie filosofiche.


Concetto di Alienazione

-Medievale: un grado dell’ascesi mistica (l’uomo non è in comune con Dio)
-Hegel: idea esce fuori di se (estraniarsi dello spirito a se stesso)
-Rousseau: aliena i suoi diritti alla comunità, dalla quale riceve la libertà dell’appartenenza come membro alla comunità.
-Feuerbach: stato patologico per cui l’uomo, scindendosi, proietta fuori di sé una potenza superiore (Dio) alla quale si sottomette.
-Marx: parla di un’alienazione economica alla cui base c’è la divisione del lavoro e la proprietà privata.

Registrati via email