Ominide 2147 punti

Il positivismo

Durante la seconda metà dell’Ottocento si sviluppa il positivismo, un indirizzo di pensiero formulato da Saint-Simon e dal suo collaboratore Comte, in riferimento al metodo delle scienze fondate sull’osservazione dei fatti e la verifica empirica delle teorie. Comte pone la scienza come unica forma corretta di conoscenza e il metodo scientifico doveva essere esteso a tutti i campi del sapere.

Scienza: Darwin

Autore de Sull’origine della specie, porta a riflettere sui cambiamenti della realtà nel tempo.
A lui si deve la teoria per cui gli esseri viventi sarebbero il frutto di una evoluzione (teoria evoluzionistica).
Affermò che le specie viventi fossero soggette a un processo di adattamento, ovvero la legge della “selezione naturale” per cui solo i più forti sopravvivono.

Sociologia: Comte

Fonda la sociologia, ovvero le dinamiche sociali della società e le loro connessioni; il metodo si basa sulla realtà dei fatti.

Evoluzionismo Sociale: Spencer

Il filosofo inglese Spencer applica il modello evoluzionistico alla società: così come mutano gli organismi viventi, mutano le forme di vita sociale; studia come i gruppi umani si adeguano all’ambiente circostante.

Metodo storico: Villari e Cattaneo

In Italia il metodo positivista orientò la ricerca storica a recepire la documentazione precisa dei dati, le ricostruzioni concrete dei vari momenti della storia nazionale.
Cattaneo scrisse sul “Politecnico”, mentre Villari, uno dei maggiori storici del tempo, intervenne sulla “questione meridionale”.

Economia: Marx

Marx scrive Il capitale ovvero uno dei più grandi testi di scienza economica, in cui mostra la relatività e storicità del sistema capitalistico.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email