Materialismo storico di Marx

Marx vuole cogliere la realtà al di là di ogni rappresentazione ideologica creando una nuova scienza perché secondo lui l’ideologia è una deformazione alienata della realtà.
L’uomo è una specie animale formata da individui che vivono in una società e lottano per sopravvivere.
La storia è un processo materiale che si fonda sul rapporto bisogno-soddisfacimento del bisogno che è dinamico ed economico. Quindi l’uomo, cosi come storia e società è una realtà sostanzialmente mutevole. La storia può essere influenzata dalle idee, perché solo questo mutamento è già in atto nella struttura.
Marx crea una distinzione tra:
- Struttura: aspetto economico. Si compone di due elementi fondamentali:
Forze produttive: sono gli uomini che producono, il modo in cui producono e i metodi che utilizzano.

Rapporti di produzione: relazioni tra gli uomini negli ambiti della produzione. Sono rapporti di proprietà.
- SOovrastruttura: tutti gli altri aspetti della realtà ( politica, scienza, filosofia, religione). Questa dipende dalla struttura in una dipendenza complessa.
Per Marx non è la coscienza che determina la vita, ma è la vita che determina la coscienza.
Forze produttive e rapporti di produzione:
Spiegano la società in modo statico e dinamico. E’ questo rapporto che determina la storia.
A un certo tipo di forze produttive corrispondono specifici rapporti di produzione.
Le forze produttive evolvono più rapidamente dei rapporti di produzione, perché legate al progresso tecnico; gli altri hanno una forte inerzia, quindi sono più statici.
Dopo poco si crea uno sfasamento in quanto ci sono forze nuove e vecchi rapporti di produzione.
Ne deriva uno scontro che porta a una Rivoluzione, in cui una classe soverchia l’altra.

Registrati via email