fryalex di fryalex
Habilis 1485 punti
Questo appunto contiene un allegato
Freud, Sigmund - Vita e pensiero (3) scaricato 1 volte

Freud

Nasce a Freiberg nel 1856 da genitori ebrei e morì a Londra nel 1939 per un cancro alla mascella.
Si laureò in medicina ,intraprese la specializzazione in neurofisiologia con Bruke ma dovette abbandonarlo per problemi economici. Nel 1885 grazie ad una borsa di studio si trasferì a Parigi dove assieme a Charcot studiò i fenomeni isterici. Tornato a Vienna grazie all’aiuto di Breuer arrivò alla scoperta dell’inconscio e alla formulazione della teoria psicoanalitica.
A causa delle sue origini ebree nel 1933 venne perseguitato e le sue opere furono messe al rogo.
Nel 1938 con l’annessione dell’Austria dovette lasciare Vienna e rifugiarsi a Londra.
Opere
• L’interpretazione dei sogni(1900)
• Psicopatologia della vita quotidiana(1901)
• Tre saggi sulla sessualità(1905)
• Totem e tabù(1913)

• Introduzione alla psicoanalisi(1915-17 e 1932)
• Al di là del principio del piacere(1920)
• Psicologia delle masse e analisi dell’io(1921)
• L’io e l’Es(1923)
• L’avvenire di un’illusione(1927)
• Il disagio della civiltà(1929)
Pensiero
La medicina ufficiale,Comte e molti altri consideravano la psicologia una non-scienza e l’isteria era una malattia inventata perché non aveva un corrispondente organico.
L’isteria aveva attirato l’attenzione di un gruppo di persone come Charcot e Breuer che cercarono di guarirla attraverso l’ipnosi(far perdere ai pazienti il controllo della coscienza) ma con due metodi differenti.
• Breuer la utilizzava come mezzo per richiamare alla memoria avvenimenti penosi e dimenticati.
• Charcot:la utilizzava come strumento per inibire i sintomi.
L’ipnosi fu la pratica con cui Freud iniziò a lavorare
• Caso di Anna O.(per la privacy non poteva rivelare il vero nome dei suoi pazienti) un’isterica grave con vari disturbi anche visivi,soffriva di anoressia ed era idrofoba. La trattò in modo baueriano e scoprì che da bambina aveva visto il cane della governante bere da un bicchiere e ne provò una fortissima repulsione. Dopo che Anna raccontò questo episodio iniziò la sua guarigione.
Freud,procedendo autonomamente da Breuer, arrivò a scoprire che la causa della nevrosi era da ricercarsi in un conflitto tra forze psichiche interne,i sintomi erano psicogeni,scoprì che esisteva un luogo inaccessibile dove l’uomo seppelliva i brutti ricordi dell’infanzia.
Freud scoprì che la vita mentale è prevalentemente inconscia,egli divide l’inconscio in due zone:
• preconscio:è l’insieme dei ricordi che da un momento all’altro possono diventare consci,è la zona più accessibile.
• rimosso:è costituito da ciò che è permanentemente inconscio e solo tecniche particolari sono in grado di portarlo in vita.
Dopo il metodo ipnotico Freud utilizzò quello delle associazioni libere per superare le resistenze dell’inconscio.
Attraverso le associazioni libere il paziente è messo in condizione di potersi abbandonare ai propri pensieri,tra le varie parole da lui pronunciate si instaurano delle catene associative collegate al materiale rimosso. Il paziente proietta nel medico tutti i suoi sentimenti(transfert,traslazione)implicando una sorta di attaccamento amoroso che il medico deve riuscire a controllare.
Lo studio della psiche viene affrontato in due topiche :
• La prima topica viene elaborata nel settimo capitolo dell’interpretazione dei sogni Freud distingue tre sistemi:
 Conscio
 Preconscio
 Inconscio
• La seconda topica viene elaborata a partire dal 1920 e distingue tre istanze:
 L’Es è la parte amorale che obbedisce solo ai principi del piacere,rappresenta ciò che noi siamo nel profondo. È un calderone di eccitamenti,emozioni e pulsioni.
 Super-io è la coscienza morale,l’insieme dei valori o proibizioni trasmesse all’uomo attraverso l’educazione.
 L’Io è l’equilibrio tra i due,è la sintesi tra Es,Super-io e realtà esterna.
In genere l’io riesce a mantenere l’equilibrio e soddisfa l’Es senza violare il Super-io
 Se l’Es prevale si ha l’uomo aggressivo
 Se il Super-io prevale si ha l’uomo coatto.
L’io e l’uomo è stato demolito nel suo narcisismo da 3 rivoluzioni:
• rivoluzione copernicana:l’uomo non è più al centro
• rivoluzione darwiniana:l’uomo è una scimmia evoluta
• rivoluzione psicoanalitica:l’io non è padrone neanche di se stesso.
L’interpretazione dei sogni
Freud utilizza il sogno in maniera psicoanalitica,essi sono la via che porta alla conoscenza dell’inconscio perché mentre dormiamo il Super-io dorme.
I sogni hanno un contenuto manifesto(la scena onirica come viene vissuta dal soggetto) che ha il compito di camuffare il contenuto latente. I sogni sono desideri inaccettabili per il soggetto che quindi li censura.
I sogni non sono l’unico modo per conoscere l’inconscio. Nella psicopatologia della vita quotidiana afferma che nessun’evento è fortuito quindi significativi sono dimenticanza,lapsus ecc.
La sessualità
Prima la sessualità era identificata con la genialità ossia con lo sviluppo(non c’era da piccoli e non ci sarà da vecchi)
Freud la intende come energia(chiamata libidine) che si dirige in zone particolari del corpo(dette zone erogene). Freud rivede anche la sessualità infantile.
Il bambino non è più inteso come un angioletto asessuato ma anzi è”un essere perverso e polimorfo” perché traggono piacere dai più svariati organi corporei.
Lo sviluppo psicosessuale del bambino avviene attraverso 3 fasi ognuna caratterizzata da una zona erogena:
• fase orale:dai primi mesi all’anno e mezzo,il bambino prova piacere dalla bocca e dal poppare
• fase anale:dall’anno e mezzo ai tre anni,la zona erogena è l’ano perché il bambino prova piacere durante l’evacuazione.
• fase genitale:dai 3 anni e ha come zona erogena i genitali e si articola in due sottofasi
• La fase fallica chiamata così perché sia la bambina che il bambino sono attratti dal pene e la prima prova invidia per non averlo,e il bambino ha paura di perderlo.
• La fase genitale in senso stretto
Freud elabora anche la teoria del complesso di Edipo o di Elettra che si sviluppa dai 3 anni fino ai 5 circa in cui il bambino ha impulsi incestuosi nei confronti del genitore del senso opposto. Se il complesso non viene superato ci sono molte possibilità che il bambino diventi omosessuale. Il padre deve arginare i desideri incestuosi del figlio.
La religione e la civiltà
Ne parla in
• Totem e tabù
• L’avvenire di un’illusione
• Il disagio della civiltà
Freud (= Marx) ritiene che la religione sia un’illusione,una sorta di oppio che induce alla dipendenza perché gli uomini tendono a rifugiarsi sotto la protezione di Dio. La religione illude perché lascia credere che ci sia una spiegazione a tutto e che un Dio padre abbia preparato per noi un mondo migliore.
Dio(padre celeste) è la proiezione del padre terreno e come si diventa adulti quando si “uccide” il padre così bisogna fare con Dio ed emanciparsi. Credere è fisiologico fino ad una certa età poi diventa una patologia.
La civiltà è ciò che rende gli uomini civili,dà origine al Super-io collettivo che attraverso una serie di leggi ci rende coatti e frena il libido sociale. Secondo Freud l’uomo è per natura aggressivo,in questa prospettiva la civiltà è il male minore perché se non ci fosse ci sarebbe la morte per tutti.
Nei sui ultimi scritti divide le pulsioni in 2 specie:
• Quelle che tendono a conservare e unire,sono quelle erotiche EROS
• Quelle che tendono a distruggere e uccidere THANATOS
Nella lotta fra queste due potenze è condensata l’intera storia del genere umano.

Registrati via email