Freud ha rivelato che l'agire umano non è razionale come si era tradizionalmente pensato, ma è dominato dalle pulsioni (desideri e impulsi) che sono presenti nella parte inconscia della psiche, in una dimensione sconosciuta al soggetto che li vive.
Le esperienze di Freud nell'ambito della neuroanatomia e neurologia clinica lo avevano aiutato ad avere una nuova visione dell'origine delle nevrosi nel senso che il filosofo passò da una concezione organicistica secondo cui sosteneva che il corpo fosse all'origine delle nevrosi è una concezione dinamica secondo cui sostenne che alla base delle nevrosi ci sarebbe una causa psichica. Questo fu determinata da due fondamentali eventi importanti:

• l'esperienza del suo amico Breuer con la sua paziente Anna O., una donna giovane e attraente che apparteneva a una ricca famiglia ebraica e fortemente puritana. Attraverso l'ipnosi Breuer era riuscito a farle evocare alcune circostanze che avevano causato la comparsa dei sintomi isterici (paralisi, disturbi alla vista, disorganizzazione del linguaggio eccetera). Freud ha pensato, in un primo momento, che sono i disturbi psichici all'origine di quelli fisici.

• il lavoro con Charcot che aveva fatto emergere dai pazienti le dimostrazioni di paralisi traumatiche che si riproducevano sotto ipnosi. Allora Freud dedusse che i sintomi isterici sono connessi a un determinato trauma psichico.
La psicoterapia cura i sintomi isterici portando il trauma alla coscienza del soggetto e consentendo a quest'ultimo di "scaricarsi" del trauma attraverso gli affetti, le parole oppure specifiche azioni. All'inizio Freud era convinto che i traumi psichici 'dimenticati' o rimossi fossero legati ad abusi sessuali da parte di un adulto, abusi subiti passivamente nell'infanzia. Però questa teoria della seduzione, sarà abbandonata in favore di quella legata al "complesso di Edipo" e all'ipnosi verrà sostituito il "metodo delle libere associazioni" che lasciava il paziente libero di dire qualsiasi cosa che gli venisse in mente, anche futile, imbarazzante o offensiva.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email