zerbino di zerbino
Ominide 90 punti

Logica Stoica

Col termine logica, gli stoici intesero la dottrina che ha per oggetto il lògoi o discorsi che come le orazioni, fanno parte della retorica e, come scienza dei discorsi divisi per domanda e per risposta, è dialettica. A sua volta la dialettica si divide in due parti: quella che tratta delle parole (grammatica) e quella che ha per oggetto le nozioni significate (rappresentazioni, proposizioni sofismi e ragionamenti) che rappresentano la logica in senso proprio. Infatti, quando si vuole conoscere qualcosa, si deve vedere innanzitutto se ciò è vero; si deve stabilire quindi “un criterio di verità”che secondo il pensiero stoico coincide con la rappresentazione catalettica o concettuale cioè l’atto dell’intelletto di comprendere qualcosa. Zenone rappresentava tale teoria con il paragone della mano: gli stoici ritennero che tutta la conoscenza umana derivasse dai sensi e paragonarono l’anima a una carta bianca (tabula rasa) sulla quale vengono a registrarsi le rappresentazioni sensibili. Quindi una concezione empirica della conoscenza, stimando che essa si potesse ottenere attraverso i sensi, cioè con un processo d’induzione; tale procedimento naturale è detto di anticipazione («prolepsi»). Oltre, però, a queste conoscenze ottenute in modo empirico, ci sono anche quelle che si apprendono artificialmente con il ragionamento e l’istruzione: entrambi i concetti non hanno però realtà che secondo gli stoici è sempre individuale (al contrario, di quanto sostenuto da Platone e Aristotele che credevano che i concetti fossero realtà ontologiche).
I Concetti più generali, quelli che Aristotele chiamava categorie, furono ridotti dagli stoici a quattro: il soggetto o sostanza, la qualità, il modo d’essere, la relazione: della quale il più esteso era il concetto di essere poiché abbraccia tutto. Tra le più importanti dottrine della logica, emerge la dottrina del significato. Secondo gli stoici infatti in ogni concetto si possono distinguere 3 parti:
— La Parola: che è l’elemento fonetico che indica la cosa;
— Rappresentazione Mentale: cioè il significato;
— Oggetto Reale;
Di questi tre elementi, due sono corporei, la parola e l’oggetto reale; uno è incorporeo, cioè il significato poiché esso è solo un processo mentale.

Registrati via email