Genius 5605 punti

La scuola pitagorica

La scuola pitagorica nacque in Magna Grecia, un elemento molto particolare perchè molte delle prime scuole o sette filosofiche nacquero lontano dalla Grecia, e solo nelle sue colonie, in Italia ( come nel caso dei Pitagorici ) ed ebbero successo appunto in maggior parte nei territori della Magna Grecia. Il centro di questa scuola fu a Crotone, nel VI secolo a.C. Il fondatore fu Pitagora, originario dell’isola di Samo al largo della Ionia. Forse Pitagora fu allievo di Anassimandro. Sicuramente fece diversi viaggi in Egitto e in Mesopotamia e così ebbe modo di entrare a contatto con il sapere orientale. Dopo i 40 anni di età, Pitagora si trasferì in Magna Grecia e fondò una sua comunità a Crotone che successivamente si diffonderà in tutta la Magna Grecia. L’aspetto interessante della scuola pitagorica è che da un lato è una corrente filosofica, d’altra parte assomiglia molto a una setta religiosa. Non tutti potevano accedere alle verità e agli insegnamenti di Pitagora, vi sono delle regole ben precise e per poter entrare a far parte della scuola pitagorica era necessario un lunghissimo noviziato, un periodo di prova. I suoi membri erano obbligati a non diffondere i principi insegnati da Pitagora e se qualche discepolo disubbidiva a questa regola doveva essere ucciso. Pitagora era un filosofo, un sacerdote e un grande matematico e gli furono attribuiti i meriti di tantissime scoperte anche di alcune che non aveva fatto (per esempio il teorema di Pitagora è quasi sicuramente precedente alla nascita di Pitagora).

Registrati via email