Platone in breve

Platone è uno dei più conosciuti e commentati filosofi di tutta la storia, da quella antica alla moderna. Fu un discepole di Socrate ma riuscì attraverso i suoi ragionamenti a sradicarsene completamente dal suo pensiero.
Una delle sue dottrine più famose è la relazione tra dualismo ontologico e gnoseologico. Il dualismo ontologico si divide in idea ed ente mentre il dualismo gnoseologico in realtà e apparenza. L’idea non è un semplice contenuto mentale ma è una sostanza che vive in un altro mondo chiamato iperuranio. L’oggetto dell’ idea è la realtà e chi riesce a comprendere questo è un vero filosofo. Colui il quale invece crede che la realtà sia costituita da enti mutevoli ha per oggetto la doxa (opinione).
La filosofia di Platone è una filosofia con uno scopo finalistico, ovvero cercare di creare uno Stato giusto. Lo stato deve essere guidato da una persona con un’ anima razionale che per Platone è il filosofo. Chi invece ha un’ anima coraggiosa deve fare il guerriero e proteggere la popolazione e chi ha l’ anima concupiscibile deve essere un produttore.

Secondo il mito delle stirpi, che Platone condivide dai fenici, un uomo può nascere con tre tipi di nature:
natura aurea (filosofi), natura argentea (guerrieri), natura bronzea(produttori). Ognuno di questi non può neanche minimamente pensare di passare da una categoria all’ altra poiché ormai è questione di predestinazione.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email