Ominide 4479 punti

I fisici pluralisti elaborano uno schema teorico e pongono come principio una pluralità di elementi e non più un solo elemento e considerano la logica il percorso fondamentale per arrivare alla verità. Empedocle è un filosofo pluralista e durante la sua vita fu un mistico e un uomo politico democratico. Nasce ad Agrigento e secondo alcuni morì gettandosi nell'Etna. Egli pone come principi della realtà quattro elementi ingenerati ed eterni:terra,fuoco,acqua e aria. Dalla loro separazione e combinazione ha origine tutto,esse vengono chiamate anche radici di tutte le cose. Nasce la concezione di elemento che è quantitativamente divisibile ed unibile,qualitativamente immutabile. Inoltre,la vita e la morte rappresentano rispettivamente il momento di aggregazione e il momento di separazione delle radici. Le forze che le uniscono sono l'amore e l'amicizia e quelle che le separano sono l'odio o la discordia,considerate divine. Il cosmo nasce dall'azione congiunta di entrambe le forze. La conocenza è del simili con il simile, è una compenetrazione simpatetica tra uomo e natura poichè ogni cosa sprigiona effluvi che colpiscono i sensi. Il pensiero ha il suo veicolo nel sangue e ha sede nel cuore. Nel carme Lustrale sviluppò la concezione orfica,l'anima dell'uomo è un demone che a causa di una colpa originaria è costretto a reincarnarsi in tutte le forme di essere vivente e deve seguire delle regole di vita per purificarsi e liberarsi dal ciclo della reincarnazione.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email