Maggie di Maggie
Ominide 50 punti

Eraclito - Sintesi (2)

E’ un filosofo ionico ed è il filosofo più “oscuro” che si è occupato degli angoli più remoti dell’esistenza. Egli dice che il mondo non si basa solo nell’armonia, ma che tutto è dominato da una legge della discordia. Essa ha origine bel fuoco.
Al contrario degli altri ionici, Eraclito non parla di uno dei quattro elementi ma di essenza, esistenza, sostanza (qualcosa che c’è ma non si vede).

Tutto scorre e tutto va avanti. Il fuoco è la legge che governa i quattro elementi, tuttavia esso NON è l’arché. Quello che provoca la discordia è il logos.
Il compito della ragione è quello di svegliare colore che sanno tutto ciò che Eraclito ha detto e spiegare cioè che tutto cambia e che non c’è nulla di diviso. Tutto si trasforma e nulla resta uguale. Una cosa è, un attimo dopo è un’altra. Il divenire di cui parla è l’impossibilità di fermarsi. Il fuoco è solo un simbolo, l’immagine del fluire dell’essere. Il cambiamento è l’Anima del Mondo.

Registrati via email