Ominide 1350 punti

EPICURO

Per Epicuro la filosofia è la medicina dell’anima con la quale si può curare l’infelicità dell’uomo.
L’uomo ha sempre condotto una vita infelice con paure turbamenti e false opinioni. Appunto x questo la filosofia è un quadri farmaco ossia una terapia che liberi l’individuo dalla schiavitù delle oppressioni e gli indichi ciò che deve desiderare.
Secondo Epicuro nulla deriva dal non essere nulla si dissolve nel non essere e tutto fu sempre quale ora è e quale sempre sarà. Su queste basi costruisce una fisica atomistica ispirata agli atomisti Democrito e Leucippo.
Il mondo sembrerebbe fatto di corpi e di vuoto. I corpi sono degli aggregati, ma non sono divisibili all’infinito se no si dissolverebbero. Quindi gli aggregati corporei sono composti di parti semplici non divisibili: gli ATOMI che sono eterni e inalterabili.

Secondo Epicuro l’universo è composto da atomi e dal vuoto ed è infinito. In esso si forma e si muove una pluralità infinita di mondi, quindi il nostro mondo è uno degli infiniti mondi esistenti.
I mondo possono avere forma rotonda o triangolare. I legami tra i vari atomi da luogo alla terra al fuoco all’aria. Il mondo cresce per l’afflusuo di nuovi atomi al suo interno e quando questo afflusso termina l’equilibrio al suo interno si deteriora e ha luogo un processo di decomposizione che termina con la dissoluzione. Cosicché la materia liberata potrà così ricombinarsi e dare di nuovo vita ad una nuova natura.

Le proprietà dell’atomo per epicuro sono Forma,Grandezza e Peso. La forma lo differenzia dal vuoto ed è pensata da Epicuro in modo geometrico, e a differenza di democrito lui afferma che il numero delle forme è inconcepibile ma non infinito.
Anche la grandezza degli angoli è variabile ma non infinita: xk in qst caso bisognava ammettere l’esistenza di atomi visibili mentre sappiamo che i corpi da noi percepiti sono sempre degli aggregati.
Il peso serve a dargli movimento: Deomcrito non era riuscito a dare una teoria sul movimento degli atomi mentre epicuro afferma che non vi è un inizio del movimento ma comunque l’atomo ha in se stesso la causa del movimento, il peso, ke trascina gli atomi dall’alto verso il basso in modo lineare. Tutti i movimenti sono riconducibili a qst teoria.
Ma x qst se gli atomi cadono nel vuoto in modo perpendicolare..come possono avvenire gli incontri che danno forma agli aggregati e ai fenomeni naturali?
Epicuro inserisce la possibilità di una declinazione dalla retta perpendicolare, un concetto ripreso anche da Cicerone,Lucrezio ed altri. Questo Clinamen non ha causa, può avvenire in qualsiasi momento e luogo e rappresenta un elemento di rottura dalle leggi della natura.

Nell’affermare la coincidenza di bene felicità e virtù Epicuro ci sottolinea che non è possibile essere felici se non si è giusti e viceversa. Il bene è una cosa più soggettiva. Ogni individuo percepisce ciò che per lui è bene, piacere, e ciò che per lui è male, il dolore.
Quindi virtù bene e felicità coincidono col piacere.(la sua etica è edonisticada hedoné piacere)
Quindi l’esprienza del piacere avviene in modo soggettivo ma il piacere stesso è una norma oggettiva perché è connaturato all’uomo.
Quindi il piacere della vita non è altro che la liberazione della vita stessa dai dolori sia fisici che spirituali.

Registrati via email