Home Invia e guadagna
Registrati
 

Password dimenticata?

Registrati ora.

Epicuro - Etica, logica e fisica

Appunto approfondito sulla logica, l'etica e la fisica nell'epicureismo

E io lo dico a Skuola.net
Epicuro
Epicuro (342a.C.-270a.C.) nel 306 fonda una scuola filosofica "Il Giardino". Scrisse circa trecento scritti ma di lui si conservano solo tre lettere e frammenti. Aveva molti discepoli che lo adoravano e avevano stima di lui.

Logica
La logica affronta il probblema della conoscenza, ovvero la Canonica cioè il criterio per distinguere il vero dal falso.La Canonica si divide in:
1 Sensazione - è sempre vera e non ci sono errori se non nel giudizio dell'uomo su questa.Sono flussi di atomi che si staccano dagli oggetti e ci danno le immagini dalle quali derivano le sensazioni e le rappresentazioni fantastiche(unione di 2 immagini)
2 Prolessi o Anticipazione - concetto ricavato dalle sensazioni passate che ci anticipa l'esperienza futura e si trova nella memoria
3 Affezione - reazione positiva e negativa che sono dolore e piacere;criterio di conoscenza riguardo il bene e il male(piacere e dolore)

Fisica
La fisica affronta il problema della Realtà. E' essenzialmente materialistica e riprende l'atomismo di Democrito,ma dice che gli atomi cadono verticalmente e non si scontrano mai,ritenendo così che essi abbiano la facoltà di deviare dalla loro retta verticale.Si hanno così le combinazioni che sono casuali

Etica
Affronta il problema morale. Le sue considerazioni volevano insegnare all'uomo che non si devono temere né gli Dei ( che sono disinteressati all'uomo),né la morte (perchè l'uomo perde le sensazioni ma non muore).
Tolte le paure deve raggiungere la felicità che è il piacere,l'equilibrio tra i bisogni naturali e vani.
Il piacereE è sia in movimento,de evitare perchè trascina dolore e insoddisfazione, e sia stabile,che produce serenità d'animo.E' la conseguenza del soddisfacimento di un desiderio che può essere necessario (da seguire) e non necessario.
Si arriva poi all'Atarassia ovvero la serenità dell'anima,l'aponia(assenza di dolore)

Per Epicuro la filosofia è dunque un farmaco grazie al quale si può raggiungere la felicità(liberazione dalle passioni)
Contenuti correlati
Registrati via email