K@ di K@
Ominide 460 punti

Archè: il principio del mondo

Tipico della filosofia è il desiderio di andare “oltre” l’esperienza per comprendere le cause della realtà.
Una di queste, nell’era della filosofia presocratica, è il cosiddetto archè : una realtà che, oltre la molteplicità cangiante del mondo, permane unica ed eterna. L’archè è la materia dalla quale tutte le cose esistenti derivano e dipendono, nonché la forza o legge che spiega la loro nascita e la loro morte.
L’archè può essere inteso secondo due concetti :


    - L’ilozoismo, che definisce la materia “vivente”, in quanto dotata di una forza intrinseca che la fa muovere.
    - Il panteismo ( cioè “tutto è Dio” ), che tende a identificare il principio e il senso assoluto del mondo con la divinità.

Tra i numerosi filosofi impegnati nella ricerca dell’archè , i più celebri sono senz’altro quelli appartenenti alla scuola di Mileto. Talete, secondo il quale l’archè è rappresentato dall’umido, l’acqua o più genericamente un fluido; Anassimandro, che individua l’archè nel concetto astratto di indefinito, l’Apeiron; Anassimene, che definisce il concetto di archè attribuendolo all’aria, che secondo il doppio principio di condensazione e rarefazione dà origine alla vita.

Registrati via email