Ominide 372 punti

La metafisica come scienza della sostanza (usiologia)

La sostanza è il cardine attorno al quale ruotano tutti i significati dell'essere. I problemi principali relativi alla sostanza sono quali sostanze esistono? e cosa si deve intendere quando si parla di sostanza in generale?
Che cos'è la sostanza in generale allora? I naturalisti indicano negli elementi materiali il principio sostanziale, i platonici lo indicano nella forma, agli uomini comuni invece sembrerebbero essere sostanza l'individuo e la cosa concreta, fatti a un tempo di forma e di materia. Secondo Aristotele queste risposte prese singolarmente sono parziali.
• La materia (hyle) è un principio costitutivo delle realtà sensibili, funge da "sostrato" della forma, è potenzialità indeterminata e può attuarsi solo se riceve la determinazione a opera di una forma.
• La forma è sostanza a pieno titolo.

• Il composto di materia e di forma, che Aristotele chiama sinolo, che è sostanza a pieno titolo.
Dal punto di vista empirico è chiaro che il sinolo o il concreto individuo sembra essere sostanza per eccellenza. Non così dal punto di vista strettamente teoretico e metafisico: la forma è principio, causa e ragion d'essere, vale a dire fondamento, e rispetto a essa il sinolo è invece principiato, causato e fondato. Per noi sostanza per eccellenza è il concreto; in sé e per natura è invece sostanza per eccellenza la forma. L'essere nel suo significato più forte è la sostanza, e la sostanza in un senso (improprio) è materia, in un secondo senso (più proprio) è sinolo, e in un terzo senso (e per eccellenza) è forma: essere è quindi la materia, essere in più alto grado è il sinolo, ed essere è nel senso più forte la forma, quindi causa prima dell'essere.
La materia è potenza, cioè potenzialità, nel senso che è capacità di assumere o di ricevere la forma. La forma si configura, invece, come atto o attuazione di quella capacità. Il composto o sinolo di materia e forma sarà prevalentemente atto. L'atto è chiamato da Aristotele anche entelechia, che significa realizzazione, perfezione attuantesi o attuata. L'anima, quindi, in quanto essenza e forma del corpo, è atto ed entelechia del corpo. L'atto ha assoluta priorità e superiorità sulla potenza.

Registrati via email